Libri Angeli e demoni - Dan Brown

Donlink

Eterno sognatore
11 Dicembre 2009
1.028
4
36
26


Il professor Robert Langdon, docente di Simbologia ritualistica alla famosa università di Harvard, viene svegliato nel cuore della notte da una misteriosa telefonata. La voce sconosciuta dall’altro capo del telefono lo mette al corrente di un brutale omicidio commesso dall’altra parte del mondo. Dopo un iniziale sconcerto, Langdon trova insolito - ma non folle - seguire le indicazioni dell’uomo che lo ha letteralmente tirato giù dal letto e nel giro di pochi minuti viene fatto salire su un jet supersonico che viaggia a velocità supersonica in barba alla sicurezza aerea degli Stati Uniti. In men che non si dica quindi il professore arriva a Ginevra, e condotto niente meno che all’interno del CERN. Infischiandosene di tutti i sistemi di sicurezza, un assassino è penetrato all’interno dell’istituto ed ha ucciso Leonardo Vetra, un celebre scienziato che aveva in animo di rivelare al mondo una verità che avrebbe cambiato il corso della storia. Ma perché svegliare e trascinare fino in Svizzera proprio Langdon? La risposta arriva non appena scopriamo che il corpo della vittima è stato letteralmente marchiato a fuoco con un ambigramma attribuibile alla leggendaria e segretissima Setta degli Illuminati. La prima sfida del professore è capire a che cosa stese lavorando lo scienziato, e per quale motivo la Setta degli Illuminati aveva così tanta urgenza di impossessarsi della sua scoperta. Grazie all’aiuto della promettente quanto bella figlia di Vetra, Vittoria, Langdon viene a sapere che prima di morire lo scienziato era riuscito a scoprire e isolare una particella di anti-materia, sostanza tanto pericolosa quanto instabile e che questa anti-materia, protetta in un contenitore di plastica che è stato rubato, resterà innocua fino alla mezzanotte prima di esplodere radendo al suolo ogni cosa ci sia intorno. Da qui il conto alla rovescia per impedire una strage. Non guasterebbe anche capire chi, come e perché si è impossessato dell’arma. Il sopraffino intuito di Langdon - unito alle sue competenze enciclopediche - lo porta in Vaticano, dove sta per essere eletto il nuovo Papa e dove la particella di anti-materia è nascosta agli occhi della sicurezza vaticana che, impotente, può solo assistere al conto alla rovescia. Nel frattempo vengono uccisi i ‘preferiti’ ovvero i primi quattro cardinali papabili ad intervallo di un’ora l’uno dall’altro, senza che nessuno sia in grado di fare qualcosa. Si scatena così una vera e propria caccia al tesoro con tanto di puntata segreta nella biblioteca vaticana, e un percorso a tappe per le strade della capitale...

...E il lettore sgranò gli occhi: ma l'incipit è la copia carbone delle prime pagine de Il Codice da Vinci! In verità è più corretto dire il contrario, visto che sebbene in Italia Angeli e Demoni sia stato pubblicato sull’onda del successo planetario del bestseller di Dan Brown, il romanzo è uscito precedentemente. Paternità e derivazioni a parte, Angeli e demoni non può che confermare i piccoli grandi vizi di uno degli scrittori (ahinoi) più conosciuti al mondo. Molti dei riferimenti storici sono falsi e fuorvianti: va bene la fanta-archeologia ma ben venga pure la coerenza storica, e se e quando uno scrittore sceglie di ambientare una storia in una città conviene che almeno abbia un’idea seppur vaga della sua topografia. Tempi e spazi negli spostamenti sono del tutto campati in aria, e siamo tutti certi che se per un motivo qualsiasi dovessimo cadere da un elicottero in volo sopra Roma, a parte il fatto che le probabilità di cadere proprio nel Tevere sono molto scarse, sicuramente a contatto con la superficie del fiume avremmo poche probabilità di sopravvivere. Degno di nota il monologo del Camerlengo tra scienza e fede, che sembra però uscito dalla penna di un altro scrittore. A Dan Brown sembra poi importare poco o nulla che i cognomi che ha dato ai protagonisti italiani siano tra i più improbabili mai letti, e se i personaggi parlano come se fossero usciti da un cattivo manuale di storia. La cultura è effettivamente dura da trasmettere, meglio quindi stare sulla superficie, infilare un paio di inseguimenti, qualche luogo comune qua e là, un paio di reminescenze scolastiche... E sperare che chi legge ne sappia meno di te e abbia solo voglia di divertirsi con un fumettone american style.

Fonte: http://mangialibri.com/node/1872
Cosa ne pensate, lo consigliate?
 
Ultima modifica da un moderatore:

Gabos

Nuovo utente
28 Settembre 2007
32
0
1
29
Carino, niente di più.
Dan Brown ha avuto un successo davvero spropositato rispetto all'effettiva qualità dei suoi scritti, contando poi che "Il Codice da Vinci" è pure il più brutto, imho.

"Angeli e Demoni" segue praticamente la falsa riga del Codice (beh, in realtà sarebbe meglio dire che è il Codice a seguire la falsa riga di AeD): capitoli piuttosto brevi che molto spesso si concludono con un cliffhanger, in modo da far invogliare il lettore a proseguire.
Da quel punto di vista niente da dire, Brown il suo lavoro l'ha fatto bene, ma se poi andiamo a giudicare la qualità complessiva dell'opera, insomma...
 

Kurapika89

Member
9 Ottobre 2010
120
0
6
30
Mi piace molto lo stile di Dan Brown e ho apprezzato molto Angeli e Demoni...apprezzo il modo in cui mescola oggetti e avvenimenti realmente accaduti con altre cose inventate perchè mi piace andare a verificare quando ho un dubbio se quello che ha scritto esiste o lo ha solo inventato per far combaciare la trama...peccato che certe volte esageri con le situazioni da film americano...per il resto buon libro migliore del già ottimo codice da vinci...
 

katniss

il distruttore del tempo
7 Novembre 2010
32
0
1
28
ai confini del tempo
Bel libro! Dopo aver letto il codice da vinci non potevo non leggere questo. Ho visto anche il film, ma non mi è piaciuto: non ha niente a che vedere con il libro.
 

Donlink

Eterno sognatore
11 Dicembre 2009
1.028
4
36
26
Sono a metà, ma voglio comunque dire la mia. Non capirò niente di libri, sarò un ******** come brown, ma a me 'sto libro mi sta piacendo e conivolgendo una cifra. Ovviamente confermerò o ritirerò ciò che ho detto quando l'avrò finito, ma per ora mi sta colpendo positivamente.
 

Aral9

Nuovo utente
21 Marzo 2007
65
0
3
32
Sinceramente? E' un bel libro, assolutamente da leggere se hai già fatto lo stesso con Il Codice da Vinci, ma ti sconsiglio gli altri, dopo aver letto questi due Dan Brown diventa troppo scontato e prevedibile sono riuscito a comprendere la fine sia di Crypto che di Verità nel Ghiaccio neanche a metà libro.
 

MS.Zenec

Nuovo utente
20 Novembre 2010
15
0
1
28
io ho visto il film ed ho letto il libro.. io preferisco di più il libro.. è molto emozionante.. ;)
 

Donlink

Eterno sognatore
11 Dicembre 2009
1.028
4
36
26
Mi rimangio quello che ho detto. Angeli e demoni non è brutto, ma ci sono certe cose che potevano anche non esserci. In generale ho trovato la storia troppo diluita: sono 560 pagine, ne potevano essere benissimo 300. Per rendere l'idea del romanzo, lo dividiamo in tronconi: Inizio :) , metà :D , verso la fine :( , fine :|
 

t_l_b

Nuovo utente
24 Novembre 2010
15
0
1
34
Il migliore di Dan Brown. Il film è da evitare. L'ultimo reomanzo è stato una delusione.