Libri Libro comprensibili sull'evoluzionismo moderno

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Premetto che mi interessa che il libro si limiti ad illustrare l'evoluzionismo e che non sia quindi un dibattito "evoluzionismo VS creazionismo" come avviene nei libri di Richard Dawkins.

Vorrei cortesemente sapere il titolo di un libro disponibile in italiano che descriva-in maniera accessibile e comprensibile anche a chi(come me) non ha una laura in biologia,genetica o citologia(biologia cellulare)-la più recente ed accreditata teoria evoluzionistica:il Neodarwinismo.
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Beh le basi son gettate dall'Origine della specie di Darwin, se vuoi un libro sull'evoluzione "moderna" comunque ti devi lo stesso pigliare un bel volume scientifico poco digeribile da chi non ha nozioni di biologia e chimica.
E probabilmente sarebbe lo stesso un libro di Dawkins dato che attualmente è tra i maggiori scienziati che si occupano di ciò.

Di quest'ultimo ci sarebbe Il racconto dell'antenato. La grande storia dell'evoluzione, dove l'argomento teista è trattato molto marginalmente, però riguarda solo la storia dell'umanità e quindi non di animali/piante in generale.
Sennò c'è La teoria dell'evoluzione. Attualità di una rivoluzione scientifica di Telmo Pievani, che è pure italiano.

Oppure vai sul classico ed inizi con L'Origine della Specie di Darwin, il libro che ha definitivamente ucciso Dio :D
 
  • Like
Reactions: 1 person

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Beh le basi son gettate dall'Origine della specie di Darwin, se vuoi un libro sull'evoluzione "moderna" comunque ti devi lo stesso pigliare un bel volume scientifico poco digeribile da chi non ha nozioni di biologia e chimica.
E probabilmente sarebbe lo stesso un libro di Dawkins dato che attualmente è tra i maggiori scienziati che si occupano di ciò.

Di quest'ultimo ci sarebbe Il racconto dell'antenato. La grande storia dell'evoluzione, dove l'argomento teista è trattato molto marginalmente, però riguarda solo la storia dell'umanità e quindi non di animali/piante in generale.
Veramente su un sito di shop online,ho trovato la seguente descrizione:
Prendendo come archetipo narrativo i "Racconti di Canterbury", il racconto di Dawkins riporta il lettore indietro di quattro miliardi di anni nella storia del pianeta, alla scoperta dei comuni antenati di ogni forma vivente, fino a incontrare i primissimi organismi.

Comunque il fatto che tratti seppur marginalmente la religione in questo libro mi fa desistere dall'acquisto dato che ho sentito dire che Dawkins nei suoi libri contro il teismo mostra un'arroganza tale da infastidire persino chi è d'accordo con lui.

Inoltre il libro costa un pò troppo per la mia semplice intenzione di conoscere una teoria scientifica che non condivido ma che voglio conoscere solo per curiosità e per scrupolo.

Sennò c'è La teoria dell'evoluzione. Attualità di una rivoluzione scientifica di Telmo Pievani, che è pure italiano.
Questo libro l'ho trovato a buon prezzo e il fatto che abbia solo 133 pagine mi porta a pensare che sia un ottimo riassunto dell'evoluzionismo.
Comprerò questo.

Oppure vai sul classico ed inizi con L'Origine della Specie di Darwin,
Riguardo Darwin farò sicuramente un affare a comprare al prezzo 12,66 euro un libro di 1365 pagine che oltre a L'origine della specie contiene anche L'origine dell'uomo e altri suoi scritti sull'evoluzione.

il libro che ha definitivamente ucciso Dio :D
Dunque Darwin e Nietzsche erano alleati per identità di obiettivi:asd:

Comunque grazie per i tuoi consigli:);)

Ho trovato anche Neodarwinismo. L'evoluzione della teoria di Davide Persico.
Ecco la descrizione del libro:
Una raccolta di saggi costituita da studi, documenti, ricerche, esperienze, osservazioni ed immagini realizzata con l'intento di rivedere in chiave moderna, ma con un linguaggio accessibile a chiunque, la più grande teoria naturalistica di ogni tempo; il frutto di un pluriennale lavoro di ricerca intrapreso per comprendere Darwin e concluso con l'ormai insperato, ma previsto, ritrovamento dell'uomo di Neanderthal in Pianura Padana. Opera scritta da Davide Persico paleontologo naturalista, ricercatore dell'Università degli Studi di Parma, più volte membro di missioni internazionali di ricerca e di studi in Antartide per conto del CNR. Prefazione di Giorgio Manzi dell'Università La Sapienza di Roma.
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Se ti capita però Orlando guarda che edizione è l'Origine della Specie che compri.
Perché Darwin ne fece uscire molteplici, e paradossalmente le ultime non son le migliori.
Questo perché il pover'uomo ha dovuto lottare contro i creazionisti del periodo, ed ad ogni edizione aggiungeva capitoli su capitoli per rispondere alle critiche (ricordiamo che prima di Darwin NESSUNO aveva mai avanzato una teoria alternativa al creazionismo, per questo si dice che abbia "ucciso" Dio... era difficile, tranne che logicamente, esser atei prima).
Quindi non che quei capitoli nuovi non siano validi, ma allungano troppo il discorso e spesso Darwin non ci azzecca nemmeno là. Le prime tre edizioni son ad oggi quelle "migliori".


O sennò, attualmente io sto leggendo l'Orologiaio Cieco di Dawkins, che immagino a te non piacerà, ma spiega molto bene l'evoluzione tramite vari esempi.
Il problema è che è un po' complesso a volte, tipo ci son 40 pagine di fila sulla spiegazione del sonar dei pipistrelli e subito dopo altre 40 su un cavolo di programma in BASIC che si è scritto per simulare un processo evolutivo.
Però è molto ben fatto, come sempre visto l'autore.
 

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Quindi non che quei capitoli nuovi non siano validi, ma allungano troppo il discorso e spesso Darwin non ci azzecca nemmeno là. Le prime tre edizioni son ad oggi quelle "migliori".
Nel senso che non si mostra competente nel ribattere alle critiche mosse contro l'evoluzionismo?

Le prime tre edizioni son ad oggi quelle "migliori".
A prescindere da tutto io comprerò la racconta che vedi su http://www.ibs.it/code/9788854115217/darwin-charles/-laquo-l-origine-della-specie-raquo-laquo-l-origine.html

O sennò, attualmente io sto leggendo l'Orologiaio Cieco di Dawkins, che immagino a te non piacerà, ma spiega molto bene l'evoluzione tramite vari esempi.
Il problema è che è un po' complesso a volte, tipo ci son 40 pagine di fila sulla spiegazione del sonar dei pipistrelli e subito dopo altre 40 su un cavolo di programma in BASIC che si è scritto per simulare un processo evolutivo.
Però è molto ben fatto, come sempre visto l'autore.
Devo dire che ci ho ripensato e quindi deciso di leggere almeno due dei libri di Dawkins: quello che tu hai nominato e L' illusione di Dio. Le ragioni per non credere.
Riguardo questi ultimi due vorrei chiederti quale mi conviene leggere prima in modo che mi sia propedeutico per la comprensione del successivo.
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Beh sotto alcuni aspetti Darwin si dimostra poco compentente a rispondere degnamente ad alcune critiche, ma questo perlopiù perché allora le nozioni scientifiche di cui disponeva non son certo quelle che abbiamo ora, quindi alcune cose o proprio non si conoscevano (come ad esempio il DNA) oppure si conoscevano in forma errata (come ad esempio la teoria dell'eredità mista, ora abbandonata in virtù di quella particellare). La stessa teoria evolutiva è in costante evoluzione, perché è in costante evoluzione il progresso tecnologico/scientifico e le scoperte a cui porta.
Diciamo che ora difficilmente le critiche all'evoluzionismo mosse a Darwin possano mettere in difficoltà un biologo :)
In ogni caso, a prescindere dall'edizione, rimane pur sempre un ottimo libro da tenere in casa (e non in ebook tsk).

Sui libri di Dawkins... sicuramente quello che ti interessa, visto il topic, è l'Orologiaio Cieco. Io sono a circa metà di esso, e per ora è puramente un testo di divulgazione scientifica dell'evoluzionismo, mettendolo a confronto di tanto in tanto con qualche critica odierna o passata ad esso; l'essenza della religione non è trattata se non di sfuggita quando si parla di creazionismo, per quanto comunque si capisca che lo scrittore sia ateo. Il testo è alla portata di tutti, e spesso si aiuta con tanti e vari esempi del mondo animale presente e passato (alcuni affascinanti a prescindere dallo schieramento evoluzione/creazione, se ti piacciono le stranezze del mondo animale) oppure semplicemente logici. Certo, non è comunque una lettura da ombrellone, è pur sempre un libro impegnato.
L'illusione di Dio, diversamente, è un testo scientista volto ad affermare la superiorità dell'ateismo rispetto ai vari teismi. È insomma un attacco alle religioni sotto vari punti di vista: scientifico, logico, storico, sociale e anche morale. Ovviamente la leva principale, visto anche che Dawkins è uno scienziato prima di esser semmai un filosofo, è quello scientifico: si parla anche di evoluzione, ma è solo uno dei tanti temi del libro, non il principale come nell'Orologiaio.

Son belli tutti e due: il primo è divulgativo, il secondo è un manifesto di battaglia.
 

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Oppure vai sul classico ed inizi con L'Origine della Specie di Darwin
L'ho comprato questa sera a 5 euro.
Questo libro traduce proprio la prima edizione del 1859.
Le varianti più importanti presenti nelle successive edizioni sono riportate alla fine di ciascun capitolo.

Adesso ho una domanda.
Dopo aver letto questo libro,quello successivo di Darwin prima di passare a libri più recenti(come quelli di Dawkins) è L'origine dell'uomo e la selezione sessuale ?
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Non conosco a menadito la bibliografia di Darwin né tantomeno la saprei riordinare cronologicamente, vista anche la sua vastità.
So per certo però che il succo del discorso ne "l'Origine dell'Uomo" viene ripreso in un capitolo da Dawkins ne "L'Orologiaio Cieco", quindi in ogni caso lo leggerai comunque in seguito dato che a quanto ho capito hai pigliato pure quel libro.
In ogni caso leggerlo male non ti fa certo :p
 

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Non conosco a menadito la bibliografia di Darwin né tantomeno la saprei riordinare cronologicamente, vista anche la sua vastità.
So per certo però che il succo del discorso ne "l'Origine dell'Uomo" viene ripreso in un capitolo da Dawkins ne "L'Orologiaio Cieco", quindi in ogni caso lo leggerai comunque in seguito dato che a quanto ho capito hai pigliato pure quel libro.
In ogni caso leggerlo male non ti fa certo :p
Allora hai capito male.Finora non ho comprato nessun libro di Dawkins e non potrò comprare altri libri prima del mese prossimo(le mie finanze si sono esaurite in breve tempo).

Comunque ho deciso che,per farmi una cultura sull'evoluzionismo e anche sull'ateismo,leggerò i seguenti libri nel seguente ordine:
-L'origine della specie di Charles Darwin
-L'origine dell'uomo e la selezione sessuale di Charles Darwin
-L'orologiaio cieco di Richard Dawkins
-L'illusione di Dio.Le ragioni per non credere di di Richard Dawkins

Siccome non ho intenzione di collezionare molti libri su idee opposte alla mie ma voglio semplicemente conoscerle,vorrei cortesemente chiederti se per il mio scopo(la parte sottolineata) questi quattro libri da soli siano l'ideale.
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Guarda, io non sono un biologo come ti ho già detto, e le mie poche conoscenze sull'evoluzionismo derivano principalmente da "l'Origine della specie" e dai libri di Dawkins ("l'Orologiaio Cieco" e "Il Gene Egoista").

Se vuoi farti una cultura sull'Ateismo beh, quelli di Dawkins vanno bene ma è solo un filone dall'Ateismo, quello più recente e che si ricollega più di altri ad una sorta di "scientismo" dovuta al fatto che come ti ho detto Dawkins è in primo luogo uno scienziato e poi (semmai) un filosofo.
A mio parere, l'autore imprescindibile per un percorso ateo non è tanto Dawkins, quanto piuttosto Feuerbach che con i suoi "Essenza del Cristianesimo" e "Essenza della Religione" (oltre agli altri scritti minori) costituisce un pilastro in questa corrente di pensiero. Però stacci attento che il suo linguaggio è anni luce da quello di Dawkins, essendo molto più filosofico e di difficile lettura.
Prima di lui tutto il movimento illuminista settecentesco offre ampi trattati di ateismo, tra le persone più importanti c'è il Barone d'Holbac, che però non ci lascia opere così preminenti, e David Hume con il suo ottimo "Dialoghi sulla Religione Naturale", su cui si può fare un discorso simile a quello fatto su Feuerbach.
Poi beh, nel '900 c'è anche Sartre su cui potresti informarti, ma la sua bibliografia è davvero sconfinata e l'ateismo non è che un tassello di questa, presente in molte sue opere.
Più moderni invece c'è l'immenso Daniel Dennet, che è uno dei cosidetti "quattro Cavalieri del neo-Ateismo" (insieme a Dawkins, Harris e il defunto Hitchens) di cui ti potrei consigliare "Rompere l'incantesimo: La Religione come Fenomeno Naturale" che nello specifico è la sua opera maggiore sull'argomento (sebbene torni a trattare di ateismo in tutto il resto della sua bibliografia) ma fai attenzione che mai come in Dennet troverai un vero e proprio muro di parole bello pesante e difficile da digerire: tra i 4, Dennet è quello maggiormente importato alla filosofia, essendo egli stesso uno dei filosofi più importanti della nostra epoca (di quelli che studieranno anche tra 1000 anni come oggi studiamo Platone per intenderci).
Anche l'altro "Cavaliere", Harris, ha scritto un bel libro che è "La Fine della Fede" che potresti leggere, e anche il successivo "Lettera ad una Nazione Cristiana" in cui risponde alle critiche mosse al suo primo libro.

Tutto questo mentre aspettiamo, sempre che non muoia prima, che Deschner finisca la sua "Storia Criminale del Cristianesimo", un'opera magna in tantissimi libri che tratta però solo di Cristianesimo: l'ultimo volume uscito, il nono, nel 2010, arriva fino al XVIII secolo.
 

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Teocida ha detto:
Se vuoi farti una cultura sull'Ateismo beh, quelli di Dawkins vanno bene ma è solo un filone dall'Ateismo, quello più recente e che si ricollega più di altri ad una sorta di "scientismo" dovuta al fatto che come ti ho detto Dawkins è in primo luogo uno scienziato e poi (semmai) un filosofo.
E' appunto questo-e solo questo- l'ateismo che voglio conoscere:quello basato sulla scienza e quindi sull'evoluzionismo.

Mi dispiace che tu ti sia prodigato per scrivermi una prolissa lista di autori e libri ma non mi interessa minimamente l'ateismo per vie filosofiche.
Pensa che fino alla settimana scorsa avevo un voluminoso libro contenente praticamente tutti gli scritti di Nietzsche.
Se mi fosse interessato approfondire l'ateismo sul piano filosofico mi sarei letto il libro invece di regalato a qualcuno per cui Nietzsche è il filosofo preferito.

A questo punto ti chiederai perchè mi sono comprato un libro che poi non ho letto ma ho invece regalato.
L'anno scorso per alcuni giorni ero in vena di aderire all'ateismo e così mi sono comprato,oltre ad alcuni libri di Odiffredi e di Russell,quella raccolta di Nietzsche.
Ma poi sono tornato sui miei passi di teista convinto.

Inoltre nota la parte sottolineata:
Orlando1987 ha detto:
Siccome non ho intenzione di collezionare molti libri su idee opposte alla mie ma voglio semplicemente conoscerle,vorrei cortesemente chiederti se per il mio scopo(la parte sottolineata) questi quattro libri da soli siano l'ideale.
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Mmmh ma Nietzsche, sebbene lo fosse, non è propriamente un "filosofo ateo". Insomma, il suo ateismo viene ridotto in funzione dell'Oltreuomo e basta, e la sua morte divina serve per spiegare più che altro il nichilismo e la morte dei valori, non porta quindi riflessioni logiche o scientifiche in supporto alla tesi atea; non è un Dennet o un Hume per capirci. Lo stesso "l'Anticristo" è più una critica al Cristianesimo che alla religione tout court, tanto è che si esaltano non solo il Buddismo ma persino la figura di Cristo in esso.
Russel invece è una buona scelta, che mi son anche scordato di nominare nonostante tutti e 4 i "Cavalieri" in un certo senso pescano a piene mani da lui.

Quindi, se ti interessa esclusivamente l'ateismo scientista (che è quello più solido ma allo stesso tempo più povero), allora vai tranquillissimo con Dawkins, al massimo in futuro fai un pensiero su "L'idea pericolosa di Darwin" del già nominato Daniel Dennet.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Eh, costa anche troppo per i miei Orlando, purtroppo i libri di Dennet li vendono a peso d'oro...

Ma è per questo che esistono le biblioteche comunali, no? ;)
 

Gamesource Staff

Well-Known Member
12 Luglio 2008
16.131
0
48
32
Ma è per questo che esistono le biblioteche comunali, no? ;)
Ho smesso da parecchio tempo di prendere libri in prestito.
Da parecchio a questa parte riesco a leggere un libro solo c'è un silenzio più o meno totale e purtroppo dalla mie parti c'è spesso musica ad alto volume da parte del vicinato.
Quindi non riuscirei a leggere un libro in tempo per restituirlo alla biblioteca.

Quindi i libri me li compro.Così posso leggerli quando mi è possibile.