Libri Letteratura Fantascientifica

Knukle

Il dimenticatore
8 Aprile 2006
1.007
0
35
31
www.myspace.com
Apro questo topic per discutere di tutte le nostre letture a sfondo Sci-Fi.
La fantascienza è un genere amato ed odiato. C'è chi lo considera pesante, serioso, chi ancora profondo e avvolgente.

Parliamo un pò di questo genere.
Io vi posso consigliare le letture obbligatorie, veri capi saldi del genere, che tutti dovrebbero leggere almeno una volta.

Isaac Asimov - Saga della Fondazione e Saga dei Robot (ma l'intera opera vale immensamente)
Philip K. Dick - Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, I Simulacri, L'uomo sull'alto castello, Un'oscuro scrutare (ma l'intera opera sarebbe da leggere)
Frank Herbert - tutto il ciclo di Dune (opera imprenscindibile della fantascienza)
Arthur C. Clarke - 2001: Odissea nello spazio (da leggere dopo il film), La citta e le stelle

Io, dal canto mio, adoro Asimov su tutti. Spero che il film in lavorazione sulla sua trilogia della fondazione sia almeno coerente con il fantastico racconto ideato dallo scrittore.
 

Jed

k-d-f-werewolf
Staff Forum
3 Luglio 2008
5.770
24
42
34
www.gamesource.it
Ci voleva una discussione così!

Anche io sono appassionato di Asimov e, oltre alla fondazione e ai robot, sto cercando di leggere pian pianino il maggior numero di racconti / opere complete dell'autore.
A cominciare da neanche gli Dei fino alle raccolte pubblicate da poco (non ricordo la casa editrice). Certo che la bibliografia di Asimov è troppo ampia, ci vorrebbero due vite per leggere tutto, e ammetto che in alcuni casi risulta un pò pesante.

Ho sempre voluto leggere Dune ma non ho ancora trovato la saga completa in un solo libro. O meglio: l'avevo trovata ma in quel periodo avevo troppe cose da leggere, quindi l'ho lasciato li sicuro che l'avrei trovato quando mi sarebbe servito. Grosso errore.

Mi segno Dick ma ho qualche remora su Clarke...
 

Evee

>^..^
26 Aprile 2008
163
0
6
26
Fantascienza! *_* il mio secondo genere preferito dopo il fantasy..forse perchè tendo sempre a "scappare" dalla realtà, ma non si può rimanere indifferenti a questo genere..
Non è che ho letto tanti libri,anzi più che libri ho visto i film : P,però l'ultimo che ho letto mi è piaciuto molto,non parlava della "solita"fantascienza, cioè quella con le invasioni di alieni e di nuove grandi invenzioni, ma parlava dell'evoluzioni future delle società, era di Dick,però il titolo adesso non mi viene, se poi mi torna in mente edito..per darvi un'idea era quello in cui racconta del pianeta Alpha 3°L2 colonizzato per farci un manicomio.
Ma sicuramente leggerò altri libri sia suoi che di altri, perchè uno non è molto sufficiente per poter dire "mi piace la fantascienza" :)
ma comunque rimane sempre un genere affascinante, in tutto dalle ambientazioni ai personaggi.
Poi è interessante leggere anche le biografie degli scrittori, Dick per esempio ha avuto una vita piuttosto complessa, adesso non me la metto a raccontare sennò mi sparate!
 

Knukle

Il dimenticatore
8 Aprile 2006
1.007
0
35
31
www.myspace.com
Non è che ho letto tanti libri,anzi più che libri ho visto i film : P,però l'ultimo che ho letto mi è piaciuto molto,non parlava della "solita"fantascienza, cioè quella con le invasioni di alieni e di nuove grandi invenzioni, ma parlava dell'evoluzioni future delle società,
La fantascienza è anche questo. Bisogna tenere conto che si divide in grandi filoni.
C'è la Soft, che parla di avventure spaziali, invasioni aliene e via discorrendo, la Hard, che tratta temi difficili come la società, l'evoluzione, il razzismo, o ancora, tratta temi prettamente scientifici. C'è il Cyberpunk, ambientato in un futuro prossimo devastato, spesso in grandi e tumultuose metropoli, c'è lo Steampunk, che fà tutto questo in un contesto più ottocentesco, c'è la Space Opera, la Fantapolitica, L'Ucronia, e via discorrendo.
La Fantascienza in se è enorme.

PS: ti consiglio, per iniziare, qualcosa di Asimov: Il ciclo della fondazione è perfetto.
 

Zoro83

Lo Zio
8 Luglio 2007
3.530
0
35
36
Non posso che apprezzare la discussione! Asimov, Clarke e Dick i meglio, ma dove lo lasciamo Fahrenheit 451? Uno dei migliori romanzi di Fantascienza, per non parlare di Orwell e il suo "grande Fratello".
Comunque il vero primo scrittore di fantascienza rimane Jules Verne il mito!
 

Zoro83

Lo Zio
8 Luglio 2007
3.530
0
35
36
Ma come, e Luciano di Samosata, che circa 1700 anni prima di Verne descrisse un viaggio sulla Luna? :cheesy:
Esagerato, non penso che all'epoca pensasse che le sue scritture fossero fantascienza! Al massimo qualcosa di religioso o commedia (ho fatto letteratura antica, ma questo Luciano proprio non so chi sia)!
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Esagerato, non penso che all'epoca pensasse che le sue scritture fossero fantascienza! Al massimo qualcosa di religioso o commedia (ho fatto letteratura antica, ma questo Luciano proprio non so chi sia)!
Eheheh beh, non è fantascienza in senso proprio, dato che l'opera mantiene comunque un lato abbastanza classico (specie nella prima parte, ancora ambientata nella terra), ma comunque ha una notevola caratteristica rispetto ad opere del tempo: la Luna non è infatti una divinità, ma proprio un satellite, quindi un qualcosa in cui l'uomo può mettere piede. Ma non solo, sulla sua superfice abitano anche i Seleniti, una vera e propria razza aliena (e pensa che La Storia Vera è davvero datata intorno al 100 D.C), impegnata in una guerra spaziale contro gli abitanti del Sole (anche questo descritto come una stella e non come il solito carro di Febo). Certo, non ti immaginare astronavi e pistole laser, ma sempre di guerre stellari si parla ;)

Poi la fantascienza vera e propria nascerà appunto con Verne, al tempo questa parola manco aveva significato, ma comunque a mio parere Luciano di Samosata si avvicina molto alla fantascienza, è una sorta di pre-fantascienza :laugh:
Ed è giusto ricordarlo, perché immaginare certe cose a quel tempo significa davvero avere una fantasia fuori dal comune!

EDIT: dimenticavo, il libro (in realtà sono due) è piuttosto breve: se vuoi leggerlo online clicca qui ;)
 
Ultima modifica da un moderatore:

Zoro83

Lo Zio
8 Luglio 2007
3.530
0
35
36
Ottimo, andrò a leggerlo poichè mi hai messo la curiosità, tra l'altro i Seleniti sono anche citati in Final Fantasy IV proprio come abitanti della Luna, magari la Square ha preso spunto proprio da quest'opera!
 

Knukle

Il dimenticatore
8 Aprile 2006
1.007
0
35
31
www.myspace.com
Comunque il vero primo scrittore di fantascienza rimane Jules Verne il mito!
Non sarà stato il primo scrittore di Sci-Fi come dice Teo, ma i suoi libri hanno accompagnato le mie letture adolescenziali :umnik:
Ho divorato 20.000 leghe sotto i mari e Viaggio al centro della Terra, mentre, per quanto concerne Dalla Terra alla Luna, mi ritrovo in casa un'edizione del 1905 (eh si, ha più di cent'anni... e si vede), il secondo e ultimo volumetto (quando li allegavano ai giornali e li dividevano in puntate).

Ah, dimenticavo anche Fahrenheit 451, capolavoro fantascientifico che si infila nel filone distopico alla 1984 di Orwell (che personalmente adoro). Di Bradbury ho letto anche Cronache marziane, fantascienza classica classica che si legge tutto d'un botto.

altra dimenticanza. Dove mettiamo la collana italiana dell'Urania? Mio padre ne ha una collezione intera, e si trovano libri davvero interessanti. Li stampano ancora, molte opere anche nuove, solo che non la seguo più.
 

Desperado

God's Son
2 Ottobre 2004
357
0
6
31
Sto cercando di dedicarmi alle letture di Asimov :D ma purtroppo non riesco a concedere molto tempo alla lettura :(
 

Teocida

Oltreuomo
29 Luglio 2007
3.870
0
35
34
Io invece da poco mi son ributtato su Dick, di cui in passato lessi solo il suo capolavoro, La Svastica sul Sole (anche chiamato "l'Uomo sull'alto Castello"), con la lettura di Ubik e Le Tre Stimmate di Palmer Eldritch.
Entrambi due romanzi fantastici, a mio parere Ubik è pure superiore alla Svastica, in cui il leitmotiv della narrativa dickiana (ovvero le pseudo realtà) esplode in tutta la sua magnificenza.
Ubik è veramente divino.

Sto seriamente pensando di procurarmi tutta la bibliografia dell'autore, visto che è stata ristampata di recente in ottimi volumetti.
 

Virgo Van Valentine

The Pizza Boy
17 Dicembre 2010
680
7
11
30
Oscuri Quartieri Per Gente Perbene
Dato che i nomi delle divinità li avete già tirati in ballo, io proverei a proporvi i libri di un autore italiano e un amico, Donato Altomare. È stato due volte vincitore del premio Urania, nel 2001 con Mater Maxima e nel 2008 con Il dono di Svet. Non posso esprimermi più di tanto sulle sue opere perchè non ho avuto modo di leggerle - i libri fantascientifici, per un motivo o per l'altro, finiscono sempre con l'avere una bassa priorità nelle mie scalette - ma è pur sempre un nostro connazionale attivo su questo fronte, oltre che una persona che stimo.

Tra una lettura blasonata e l'altra, potete sempre tentare.
 
Ultima modifica da un moderatore: