I Videogiochi possono essere educativi/artistici ?

derik72

Nuovo utente
secondo me i videogiochi hanno il potenziale per essere educativi...ma molti non lo sono affatto o sprecano tale potenziale. C'è sovrabbondanza di violenza, criminalità ecc..gta ha sollevato molte polemiche a riguardo
 

Lg_92

Gamescore Maniac
Well, penso che i videogiochi non siano educativi nel senso stretto della parola ma talvolta possono dare qualche tipo di insegnamento.Il problema e che non tutti lo recipiscono e spesso molti si dimenticano del fatto che è un gioco e come tale non può essere paragonato alla realtà e vengono fuorviati da questi messaggi
 

Akuma84

Member
Il videogioco è arte?

Spesso la parola arte è usata e abusata, con riferimento ad ambiti nei quali il suo significato più profondo difficilmente può sopravvivere. è arte secondo i più, per esempio, un disco o un libro non in quanto ben scritto, ma perchè vende, come se dalla quantità di copie vendute si dovesse presumere che raccolga un qualcosa di universale e, in quanto tale (equazione sempre più praticata), artistico. E si confonde spesso l'arte con la tecnica, dove la prima è un prodotto del mondo interiore essenzialmente autosufficiente (ovviamente entro certi limiti), mentre la tecnica è il risultato di esercizio, spesso svincolato da qualsiasi creatività.

Nonostante il termine arte venga sbandierato costantemente da qualunque idiota che voglia fregiarsi del titolo di critico, è ancora troppo radicata nell'opinione pubblica l'idea che il videogioco non sia arte. Io credo che il nostro passatempo possa avere un altissimo valore artistico, sotto molti aspetti. Pensiamo ai designer e alle loro idee geniali, o alle incredibili colonne sonore concepite da artisti fenomenali, o le sceneggiature talvolta molto più profonde di quelle di film blasonati.

Ma perchè ancora così tante persone credono che il videogioco non abbia nulla di artistico? Il post è già lungo, vi ho annoiato abbastanza, voglio lasciare spazio a voi e sapere cosa ne pensate. Il videogioco è arte? Per quale motivo pensate che lo sia o meno? Perchè gli ambienti più "elevati culturalmente" continuano a trascurare l'importanza di questo media sotto tale profilo? Pensate che questo trend possa cambiare, o che magari i giochi gli verranno in qualche modo incontro? Infine, quali sono secondo voi i giochi più artistici in assoluto?
 

derik72

Nuovo utente
ciao
secondo me c'è molto potenziale nei videogiochi che molte volte non viene sfruttato...ma alcuni casi che (sempre secondo la mia opinione) vanno citati sono ico, shadow of the colossus e heavy rain. In ognuno di questi i creatori hanno voluto lasciare dei messaggi particolari e significativi avvicinando il videogioco allo stato di arte.
 

AndX

Member
ma oramai i vg sono pieni di violenza perchè la violenza è all'ordine del giorno ed è normale che vedendo sempre la stessa cosa, comincia a piacere.
X questo è molto usata
 

Bahamut Zero

Dreamcaster
alcuni giochi del passato possono dirsi arte nel senso più vero, quando sintetizzano bellezza di forma - benchè digitale - e alti contenuti. oggi la produzione di videogames si è involgarita di pari passo col successo esponenziale di questo mercato, quindi questa arte, che già era rarissima prima, si è quasi del tutto estinta. quindi il videogioco certamente non è arte tout cour, ma come tutte le altre forme di espressione può potenzialmente esserlo, a seconda delle circostanze.
 

Lg_92

Gamescore Maniac
C'è un latro thread simile...anyway io penso che si possiamo definirla arte, non delle + magnificenti ma pensate bene a quanto c'è voluto a inventare di san pianta qualcosa come FF, metal gear e potrei continuare per molto.Infatti molti giochi non sono altro che adattamenti videoludici di libri che senza dubbio possiamo definire arte quindi nel caso in cui fosse difficile concepire come vera e propria arte un videogame, possiamo sicuramente concepirla come una sua estensione.
 

Akuma84

Member
Scusate se ce n'è un altro simile, ma tra quelli segnalati sotto nessuno gli somiglia, e non sapevo che ce ne fossero altri, se davvero poi ci sono. E poi di somiglianze eventuali ne ho già viste mille, ma non mi pare che sia una cosa limitante: per esempio, ho aperto un discorso sui boss nei giochi, nel quale chiedevo anche quali sono i boss più tosti che avete affrontato o quelli che vi son piaciuti di più, e subito dopo è comparsa una discussione intitolata "quali sono i boss che vi hanno fatto più sclerare?". Sinceramente mi sembra uguale, ma non mi andava di stare a rompere le palle all'autore del post, perchè siamo qua per divertirci, no?. E di esempi ce ne sarebbero altri, quindi penso che sulla mia discussione (nel caso nel quale fosse simile ad altre, poi) si possa sorvolare, no?
 

AkA

Get Happy
no non mi sono spiegato. Io non ho mai parlato della libertà del giocatore di far qel che si vuole. Altrimenti avrei detto che GTA IV è un gioco capolavoro dell'arte

Non mi resta che lasciar parlare il creatore di The Marriage, appartenente alla categoria di art games, un genere che cerca di esplorare le potenzialità dei videogiochi nell'essere delle opere d'arte.

The challenge as I saw it was to have the primary medium of expression something unique to games. So it couldn’t be a story for example, because stories can be told by other mediums. It couldn’t be a poem or sounds because they also have other counterparts. In other words I didn’t want to limit games to being a hybrid art form.

[...]

I wanted something that was not easily represent able by other media. I wanted to use game rules to explain something invisible but real.
Cerco di tradurre come posso:
La sfida come l'ho considerata io era di avere (nel gioco ndAkA) come principale medium di espressione qualcosa di unico dei giochi. Così non poteva essere una storia, perchè le storia possono essere raccontate da altri media. Non poteva essere una poesia o dei suoni perchè anch'essi hanno altre controparti. In altre parole non volevo limitare i giochi ad essere una forma d'arte ibrida.

[...]

Volevo qualcosa che non fosse facilmente rappresentabile dagli altri media. Volevo usare le regole del gioco per spiegare qualcosa di invisibile ma reale.
Il gioco lo trovate qui -> http://www.rodvik.com/rodgames/TheMarriageInstall.exe

Ma attenzione, non è un gioco come lo si intende normalmente. Non ci sono punti, non ci sono tutorial, ma c'è un game over. Non è nemmeno pensato per essere divertente, ma lo è per dare un'espeerienza e per far riflettere su di essa. Non capirete nulla perchè non capirete cosa dovete fare, anzi SE dovete fare qualcosa. Questa è una sperimentazione, dalla poca esperienza che ho è la sperimentazione più estrema che ci sia in questo campo, infatti gli altri art games ono molto più accessibili e sono molto più "giochi" di questo, ma non vi fa male vedere di che parlo.

Il punto è tutto nell'ultima frase che ho quotato: i videogames hanno la possibilità di esprimere concetti e sensazioni che non possono essere riprodotti dagli altri media, grazie al fatto che solo i videogiochi permettono l'intervento diretto del fruitore.

Questo gioco in particolare da l'esperienza del matrimonio in un modo che non è semplicemnete possibile replicare in un libro, in un film, in una canzone. E' in questo modo che i videogiochi si possono emancipare e diventare adulti, ma finchè soffriranno del complesso di inferiorità nei confronti delle altre forme d'arte, non avranno mai il coraggio di prendere il volo

Dateci un'occhiata, vi farà assolutamente cagare, ma se volete vi darò altro (e più accessibile) per spiegarvi meglio il concetto.

The Marriage, seppur fatto da due quadrati, qualche cerchio e un paio di sfondi colorati e nessun suono, caga in testa a qualsiasi Gears of Wars in quanto a coraggio
 

ShisenKai

Member
Beh deifinire l'arte in un gioco è abbastanza difficile, anche perchè molti potrebbero dire che la grafica eccellente sia arte quando invece in un gioco conta l'armonia (se cosi si può definire) tra la trama e l'approccio nel gioco.
In alcuni giochi la trama gioca un ruolo determinante per giudicare un gioco bello... per non parlare della grafica a cui tutti sono continuamente fissati.
Per me un gioco (e ce ne sono) può essere definito arte se e solo se il gioco riesce a trasmettere la propria morale al player attraverso il gameplay: se gioco ad un splinter cell che è un gioco di spionaggio devo poter uccidere le persone sgozzandole oppure strangolandole... perchè la filosofia del gioco deve coincidere con ciò che realmente è possibile fare, e quindi direi che splinter cell è un capolavoro (inutile specificare quale capitolo perchè a me piacciono tutti allo stesso modo).
 

Jeegsephirot

Metal Jeeg Solid
Staff Forum
The Marriage, seppur fatto da due quadrati, qualche cerchio e un paio di sfondi colorati e nessun suono, caga in testa a qualsiasi Gears of Wars in quanto a coraggio
si ma se coraggio significa questo, preferisco giochi "senza palle". Nel videogioco cerco in primis il divertimento e l'esperienza ludica, non capisco perchè cercare qualcosa di più complesso e che a conti fatti non mi da nulla.
Quello che hai postato per me non è neanche da considerarsi videogioco.
 

AkA

Get Happy
è una sperimentazione, non è un videogioco nel senso che concepiamo noi. E' un portare all'estremo un concetto.
Uno che riesce molto a conciliare le due visioni è appunto Braid, per dire il più famoso

Poi perdonami che vuol dire "a conti fatti non mi da nulla?", il punto è proprio l'opposto: è far trovare al media videogioco il modo di darti qualcosa che ne i libri, ne il cinema, ne la musica può darti
 
Top