Varie My first FIC

Ayrin

Stormborn
Bierah ha detto:
Ho visto che sei riuscita ad usare meezmaker... carina Dorilay!... il problema è che non si riesce a fare quello che veramente si vuole... ma cmq è venuta fuori bene... :D
Si è un metodo simpatico, ma si riescono a fare solo caricature dei personaggi e spesso no si trovano accessori abiti o tratti genetici che si avevano in mente, però è divertente lo stesso.. :)
Se poi riesco a fare un disegno come si deve lo scannerizzo... intanto le versioni caricaturiali vanno più che bene ... :)
 

I Love Quina Quen

Texas Hold'em Player
Dopo il tuo commento alla mia Fic ho letto pure io la tua... non male, veramente non male


e poi Gaya è uno dei miei mondi preferiti... e poi è ambientata nello stesso mondo della mia... tu 20 e io 2000 anni dopo

(quindi la Pineta sarebbe la Foresta del Male?)
 

Ayrin

Stormborn
I Love Quina Quen ha detto:
Dopo il tuo commento alla mia Fic ho letto pure io la tua... non male, veramente non male


e poi Gaya è uno dei miei mondi preferiti... e poi è ambientata nello stesso mondo della mia... tu 20 e io 2000 anni dopo

(quindi la Pineta sarebbe la Foresta del Male?)
Diciamo che alcuni luoghi e città li ho aggiunti io...Gaya è grande...c'è posto per qualche luogo in più... :)
 

Ayrin

Stormborn
Cloud_Darth ha detto:
Buona fan fic, sembra proprio una di quelle storie da libro fantasy, anche se la qualità non è proprio la stessa :)
Grazie 1000! Dopo questo autorevole parere mi impegnerò ancora di più nel proseguire la mia fic!!! ;)
 

Ayrin

Stormborn
Sono molto contenta di aver ricevuto tutti questi commenti positivi!! Spero che continuerete a commentare!! :) (please...)
Intanto vi posto il ....

Capitolo 8

"Dove siamo diretti??" Chiese Erion.
Stava seguendo in silenzio i due fratelli all'interno della pineta già da un po', e i rumori di quel luogo lo turbavano facendogli tornare in mente tutte le storie che gli avevano raccontato da bambino...
La Pineta del Non Ritorno aveva iniziato ad essere chiamata cosi'solo nel'ultimo ventennio, prima non era che un bosco come un altro...ma quando più persone erano iniziate a sparire al suo interno, la fama sinistra di quel luogo aveva raggiunto le orecchie di ogni forma di vita su Gaya...
"Hai Paura?" Lily sembrava completamente a suo agio in mezzo a quella fitta vegetazione , e ora aveva un espressione canzonatoria...
"No no..." Rispose subito lui.
"Bhe, dovresti averne...questa Pineta potrebbe mangiarti..!!" Disse la ragazza usando il tono che si usa per spaventare i bambini, poi scoppiò a ridere non badando alle occhiate torve che gli mandava il Mago...
"Non prenderlo in giro Lil!!" La rimproverò Dag,
"Questa pineta farebbe paura anche a te se non la conoscessi cosi' bene!!"
"Cosa vuol dire ...??" Chiese Erion.
"Noi , Io Lily e Dorilay, siamo cresciuti in questa Pineta, la nostra casa è qui..."
"Come..? Io pensavo che nessuno potesse vivere in questo posto..." Disse Erion confuso.
"Infatti nessuno sa di noi. Mio padre e mia madre hanno deciso di venire a vivere in un luogo cosi' remoto dopo che il Re e la Regina sparirono misteriosamente 16 anni fa'" Disse Dag.
"Mio Padre era il Maestro D'armi del castello Di Alexandria, sai!!" Spiegò Lily orgogliosa.
"Già, Finchè non fu costretto ad andarsene..." Aggiunse il fratello cupamente.
"Maestro D'armi? Alexandria..? Ma allora..." Erion fu interrotto dal rumore di rami spezzati e dopo un attimo un gigantesco animale, con lunghe corna sul muso, bloccava loro la strada, e non sembrava nè docile nè amichevole.
"Attenti è uno Zacmal!" Avverti' Dag "Lily sta attenta a Dory" Aggiunse poi posando a terra la ragazza e sguainando la spada.
Erion fu subito al suo fianco.
Il mostro attaccò per primo buttando a terra Dag con una musata, ma il ragazzo si rimise subito in piedi contrattaccando con forza.
Il suo attacco però non sembro fare molti danni al feroce animale che caricò di nuovo, questa volta contro Erion che però riusci' a schivarlo.
"E' molto forte!!" Disse Dag
Dietro di loro Lily si alzò :" Scan"...
"Si mette male Dag!! Il suo punto debole è l'acqua!!"
"Dannazione!!" Dag tornò all'attacco con la sua spada ma di nuovo senza successo: L'animale lo schivò e con una cornata lo mandò un'altra volta a finire a terra.
Intervenne Erion: "Lascia fare a me!!"
E con facilità chiamò a se i suo poteri: "Idrora!"
Un turbine d'acqua travolse il loro nemico sconfiggendolo all'istante.
"Grande!! sei un Mago!!" Disse Lily tirando un sospiro di sollievo: "che emozione! Non ho mai conosciuto un mago!!"
"E' normale sorellina dato che non abbiamo mai messo piede fuori da questa pineta!"
" I miei poteri sono al vostro servizio signorina!" le disse il mago con un inchino, fiero del suo successo...Lily rise divertita.
" E adesso non atteggiarti a quel modo!!" Li interruppe il fratello.
E chinandosi a riprendere in braccio Dorilay aggiunse:
" Andiamo! Non siamo in gita! Dobbiamo arrivare prima che faccia buio!"
"Sei il soltito Dag! Sempre cosi' serio, non si può mai scherzare con te!" Si lamentò la sorella.
Lui non rispose limitandosi a rimettersi in cammino e Erion li segui' sempre più curioso e affascinato da quelle nuove conoscenze.
 

I Love Quina Quen

Texas Hold'em Player
Ayrin ha detto:
Diciamo che alcuni luoghi e città li ho aggiunti io...Gaya è grande...c'è posto per qualche luogo in più... :)

beh in effetti hai ragione, fai bene a "riempire" la World Map...

comunque mi sono appassionato... hai guadagnato un fan!


quindi sarebbero i figli di St... ehm ehm non facciamo spoiler! (è giusto quello che ho capito?)
 

Ayrin

Stormborn
I Love Quina Quen ha detto:
beh in effetti hai ragione, fai bene a "riempire" la World Map...

comunque mi sono appassionato... hai guadagnato un fan!


quindi sarebbero i figli di St... ehm ehm non facciamo spoiler! (è giusto quello che ho capito?)
Grazie sono contenta di averti come fan!!! :)
Questi giorni sono davvero occupata con il lavoro ma spero di riuscire a postare il seguito al più presto!!
 

Ayrin

Stormborn
Dopo una pausa di qualche giorno...ecco a voi il nuovo capitolo!! :)
Vi prego commentatelo!! :)
Spero che vi piacca!!


Capitolo 9

Quando arrivarono in una casetta di legno, nascosta da una fitta vegetazione, era ormai scesa la notte. Avevano proseguito in silenzio a passo spedito e solo quando si fermarono Erion si rese conto di essere davvero stanco.
Ad attenderli all'interno della casa c'erano un confortevole camino acceso e un buon odore di zuppa... ma soprattutto c'erano un uomo e una donna che mai Erion avrebbe sognato di incontrare:
"Voi...!!! non ci posso credere!!...Io..." Non sapeva proprio che dire e la risata della donna lo interruppe:
"Rilassati ragazzo! Io sono Beatrix, e questo è mio marito Steiner, è la prima volta che i miei ragazzi portano a casa un ospite ma ti prego accomodati e raccontami cosa è successo".
Il mago rimase imbambolato poi balbettò: "Io...mi chiamo Erion... Sono Davvero onorato..."
Intanto Dag aveva messo Dorilay su un letto mentre Lily prendeva delle pozioni da una credenza. Steiner la guardava agitatissimo camminando avanti e dietro davanti al letto.
"Cosa le è successo?!?! Chi ha osato?!?!" Strillava di tanto in tanto.
Beatrix sorrise:"Dorilay è molto forte sono sicura che si riprenderà presto, ma ora parlami di te Erion..." lo invitò con voce gentile.
"Io sono un apprendista mago" Iniziò allora il giovane, "Sono due anni che ho lasciato il villaggio dei maghi neri dove sono cresciuto , e da allora viaggio alla ricerca di testi magici o oggetti da studiare per potere ampliare il mio potere..." e poi continuò con il racconto del suo incontro con Dorilay, lo scontro con Kresio e il successivo incontro di Dag e Lily.
Beatrix ascoltò immobile e attenta e quando il giovane fini' di parlare sospirò :"E cosi' quell'imprevedibile ragazza ha rubato l'artefatto Di Eos... non capisco il motivo..."
"Lei.. è vostra figlia?" Chiese il mago.
"No, non lo è, ma è come se lo fosse... l'abbiamo trovata appena nata, Dag e Lily avevano appena due anni..." rispose lei .
Dietro di loro la ragazza svenuta iniziò ad agitarsi nel sonno.
"Lily cosa le hai dato???" Chiese Steiner preoccupato
"Ma... solo una tisana calmante e una pozione curativa...non capisco perchè si agiti!" Rispose.
Dorilay continuava a lamentarsi e iniziò anchè a dire qualcosa, frasi sconnesse...
"Mi chiama a se..."
"Lo percepisco..."
"Fa male..."
Disse altre parole incompresibili mentre tutti la osservavano silenziosi e preoccupati. Erion si accorse allora che la mano della ragazza era stretta in un pugno e capi' subito il motivo... stava stringendo l'Artefatto!!
Le si avvicinò e con delicatezza cerco di sfilarle dalla stretta l'oggetto, lei si dimenò ma alla fine il ragazzo si ritrovò tra le mani una pietra brillante e bellissima era incastonata in una catena e riluvceva dorata. Era calda e il potere la permeava, lo sentiva chiaramente.
Satva pensando a come poteva essere usato l'oggetto quando Beatrix parlò:
"Credo che la situazione sia più difficile di quanto credessi...c'è qualcosa che mi sfugge e credo sia opportuno scoprire cosa lega L'Artefatto a Doilay e l'unica che può darci delle risposte è ... La maga Agata" Il nome fu seguito da un sussulto generale...
La maga Agata... poco e niente si sapeva di quella donna, non si sapeva dove vivesse, nè quanti anni avesse, si diceva fosse la persona più vecchia in vita , che fosse anche una maga eccelsa, ma si diceva anche che era morta, altri dicevano che non era mai esistita, altri ancora che fosse pazza... Erion tenne per se tutte quelle obiezioni. Se davvero quella Maga esisteva lui l'avrebbe trovata... troppe domande affollavano la sua mente.
 

Ayrin

Stormborn
Eccomi di nuovo pronta a seguitare la mia Fic, sperando ovviamente che qualcuno seguiti a leggerla... :)
Conto molto sui vostri commenti!! mi raccomando!! :)


Capitolo 10


Camminava in una città sconosciuta e immersa da una fittissima nebbia.
Non riusciva a vedere nulla e tutto intorno a lei sembrava addormentato... le persone in cui si imbatteva erano immobili come statue, forse non respiravano neanche...
Assalita dall'ansia cominciò a correre...
Doveva andare via da li...
Ma dove...?
Il suo cuore sentiva un richiamo forte e irresistibile...
Doveva trovare...
Cosa?
Cosa?
Non lo sapeva!
Non sapeva neanche che posto mai era quello...
E dove stava andando?!?!
E cos'era quella sensazione di nostalgia che la assaliva??


Dorilay si sveglio di colpo.
Attorno a lei cinque paia di occhi la fissavano preoccupati.
Dopo qualche attimo la confusione abbandonò la sua mente e lei capi' di essere a casa, e i volti familiari dei suoi genitori adottivi la fecero sentire bene.
Poi il suo sguardo incrociò quello verde e intenso di lui...
E tutto le tornò in mente:
Il furto.
la fuga.
La battglia contro L'Altomago.
E quel ragazzo ... perchè lo aveva salvato??
Non lo sapeva... ma quegli occhi verdi la trafiggevano e le impedivano di pensare lucidamente.
"Come ti senti?" Le chiese Dag interrompendo i suoi pensieri.
"Bene... come sono arrivata qui? cosa è successo? L'Altomago ...?"
Fu il ragazzo sconosciuto a parlarle:
"Non ricordi...? Sei stata tu a sconfiggerlo..."
No. Non ricordava nulla.
"Poi sei svenuta e Erion ti ha portato in salvo e ha incontrato noi nel bosco..." Le spiegò Lily.
"Se Dorilay si sente bene è ora di mettersi in cammino." intervanne Beatrix.
"Dove siamo diretti?"
Erion le tese una mano e aprendola le mostrò l'oggetto luminoso, l'artefatto...
"Abbiamo bisogno di chiarimenti...dobbiamo andare alla ricerca di risposte" e Dorilay sapeva che era vero, nella sua testa mille domande rimbalzavano frenetiche. E quell'oggeto la turbava e l'attraeva allo stesso tempo e non capiva perchè.
Annui' e si alzò:
" Tu verrai con noi ?" chiese in tono neutro senza guardare quegli occhi verdi scintillanti.
" Si".
" E perchè mai? Non ci conosci e noi non abbiamo motivo di fidarci di te." Non sapeva perchè aveva parlato cosi' duramente ma quel ragazzo la metteva in soggezione e lei non era abituata a presenze estranee.
Erion fece per parlare ma fu Lily a farlo al suo posto:
"Ormai il suo cammino si è intrecciato con il nostro, Dory, e sono sicura di potermi fidare di lui...".
"Ora basta chiacchierare!! il sole è già alto! muoviamoci su!" Sbraitò Steiner.
In silenzio tutto il gruppo si preparò e si mise in cammino, seguendo il passo deciso di Beatrix.


Erion camminava in silenzio al fianco di Lily, davanti a lui venivano Dag e Dorilay.
Mentre guardava la ragazza si chiese perchè mai gli fosse tanto ostile. Dag le stava parlando e lei sembrava molto serena...forse tra quei due c'era qualcosa..?
Anche se fosse non erano affari suoi, eppure quel pensiero lo infastidiva.
Al suo fianco Lily lo chiamò facendolo trasalire, aveva un sorriso furbo mentre parlava:
" E' da quando ci siamo messi in cammino che non fai altro che fissare Dorilay...!"
"Ma che dici?!?"
Lei rise e continuò:
"E' cosi' bella, vero? con quegli occhi dorati..."
"Hei! Mi stai prendendo in giro? Io non la stavo fissando, ero solo preoccupato che si fosse ripresa bene!!" rispose cercando di convincerla, ma non poteva darle torto...Dorilay era bella davvero.
Lily cntinuò a ridere :
"Certo Certo!!" poi si fermò di colpo, e con lei anche il resto del gruppo, anche Erion si fermò , aveva sentito anche lui... Davanti a loro tra il rumore di rami spezzati c'era un drago, e dietro il drago c'era un uomo.
Il giovane mago scattò in avanti al fianco di Beatrix e Dag che erano già pronti all'attacco.
L'enorme animale rispondendo agli ordini dell'uomo attaccò investendoli tutti con un respiro infuocato.
Erion si era preparato a sentire sulla pelle il tocco bollente ma quando apri' gli occhi si accorse di non essersi fatto nulla, mentre Dag era a terra che tossiva. Beatrix si rialzò come se nulla fosse e caricò sfoderando La Save The Queen, Erion la guardò ammirato, mentre colpiva con forza facendo indietreggiare il Drago, era davvero forte ma il suo colpo non era bastato. Il mostro tornò all'attacco e con una zampata lo colpi mandandolo a sbattere contro un albero, per un attimo gli mancò il respiro poi si ralzò a fatica. Chiamò a raccolta i suoi poteri e lanciò un incantesimo :
" IDRO!!" il turbine d'acqua avvolse il drago ma non lo dannegiò minimamente...era immune agli attacchi magici. Lily gli si avvicinò e lo curò con un piccolo incantesimo curativo, poi vide Steiner attaccare con la sua Defender. Ma non servi' a molto.
Erion vide l'uomo dietro il drago sorridere e capi', vide Dorilay prepararsi ad attaccare l'animale e la fermò per un braccio, l'attirrò vicino a se e le sussurrò quello che doveva fare all'orecchio. La ragazza annui' e scattò in avanti verso il drago, tirando fuori i suoi letali stiletti, poi con balzo felino cambiò rapidamente direzione e si laciò sull'uomo atterrandolo e bloccandolo puntandogli l'arma alla gola. lo sconosciuto si arrese alzando le mani, e il drago spari'.
"Chi sei? parla!! Chi ti ha mandato?".
 
Top