Varie se ff cessasse di esistere?

Sotanaht

Psyches Iatreion
Io mi dissocio da ciò.
Anche io mi dissocio...:)
Non amo molto le storie del VIII e del X, ma ne ho apprezzato il resto (in vari gradi), e non posso certo dire che sono giochi odiosi...l'unico che abbia mai odiato penso sia effettivamente solo il X-2...uhm....non sono riuscito mai più a rigiocarlo dopo la prima volta anni fa...
 

Selphie89

Apprendista Summoner
Ma FF non hai già smesso di esistere? Ah no,quest'anno dovrebbe uscire il 15esimo capitolo... E l'ultimo della saga di Lightning. Cominciamo bene! D: Nel frattempo il Versus è ancora nella lista dei dispersi... XD
 

snooze

Nuovo utente
haha povero squall...comunque il quindicesimo? io sto ancora aspettando il quattordicesimo x ps3...nonchè ovviamente il lightning revenge...sono forse rimasto indietro con gli eventi?
 

Mobius

Ulisse
E' veramente molto difficile che una cosa del genere accada, ma in fondo non è da escludere. Se i prossimi capitoli della serie principale faranno pena, pietà e misericordia e SE tirerà fuori tutti gli assi della manica che può immaginare (remake/seguiti di FFVII, FFVIII e FFIX), arriverà un momento critico...
 

Nevans

Nuovo utente
Secondo me Final Fantasy, è morta da un pezzo a questa parte, sono un vecchio fan di ''ff'' e, come ben saprete, sono troppe le volte che la squaresoft/square-enix ha voluto cambiare questo gioco.. certe volte in positivo e certe volte in negativo. Sinceramente, ho trovato ffXIII ''vomitevole'' (scusate il termine).
 

Sotanaht

Psyches Iatreion
Secondo me Final Fantasy, è morta da un pezzo a questa parte, sono un vecchio fan di ''ff'' e, come ben saprete, sono troppe le volte che la squaresoft/square-enix ha voluto cambiare questo gioco.. certe volte in positivo e certe volte in negativo. Sinceramente, ho trovato ffXIII ''vomitevole'' (scusate il termine).
Ci ho pensato molto. A FFXII, a FFXIII. Ho letto molte interviste, molti comunicati. Sono sempre stato molto vicino alla Square, da tempi immemori, forse persino da tempi in cui ancora il 99% degli italiani non sapeva neppure cosa fosse un jrpg. Mi ricordo mi colpì molto una recente dichiarazione di un dipendente Square, in merito all'auto-licenziamento del presidente Yoichi Wada. Molti di noi (tutti i fan e non solo), avevano imputato a lui (fra gli altri) le recenti disgrazie della Square-Enix. Questo dipendente scrisse su twitter che il presidente non aveva colpa, se non quello di aver concesso "troppa libertà" decisionale e creativa ai suoi sviluppatori. Ed i risultati sono stati evidenti. Una situazione di quasi bancarotta ed entrata "forzata" di un nuovo presidente (il severo Yosuke Matsuda). Leggendo le varie interviste su FFXIII e spinoff mi sono reso conto di quanta passione e CONVINZIONE ci fosse nella mente di Toriyama, Kitase e soci. Noi spesso non ci riflettiamo, diamo per scontato che chi lavora in questo campo lo fa solo per denaro. In realtà i veri creatori di giochi (gli sviluppatori, dunque i designers ed i programmatori) lo fanno per passione, guadagnano una miseria (se confrontato con quanto guadagnano i dirigenti della stessa azienda-loro si che hanno come obiettivo il profitto), e mi sono convinto che quanto abbiano realizzato finora è sempre stato per pura passione, convinzione e sincera determinazione. Allora dove sta il problema? Forse sta semplicemente nel fatto che la qualità soggettiva (tale è il rapporto con i videogiochi, piaccia o meno) di questi ultimissimi FF (per i fan) NON E' COINCISA con il volere/piacere degli sviluppatori. Nonostante le LORO MIGLIORI INTENZIONI. Come se fosse mancata un'intesa.
Forse a loro è mancato dunque veramente qualcuno (come suggeriva "quel dipendente") che li "controllasse", li "strigliasse" e li "guidasse" verso soluzioni creative migliori, e possibilmente più vicine alle esigenze dei fan. Mi auguro dunque che FF non muoia mai, e che questo nuovo presidente abbia il "carattere" di prendere in mano tutta la situazione come di dovrebbe.
 

daffodill

Aurora Execution!
Tutti i videogiochi sono creati con intenti commerciali. Tutta l'arte è creata a fini commerciali, altrimenti non avrebbe senso di essere se non ci fosse un mercato disposta a pagare per lei e ad accoglierla. Non possiamo determinare il valore artistico di qualcosa solo in base a quanto si avvicini o discosti dal mercato.
Un prodotto scadente è comunque un prodotto scadente, un buon prodotto lo è indipendentemente da quando vende, ma il perché viene creato è sempre quello: avere un mercato. Questo vale sopratutto per i videogiochi.

Vorrei specificare che Final fantasyIX che tutti decantano tanto come uno dei migliori è anche uno dei più "commerciali".
 
Top