Comprare dai negozi online: un bene o un male?

Virgo Van Valentine

The Pizza Boy
Comprare dai negozi virtuali (Amazon ecc.), che siano legati al mercato nostrano o al mercato UK, risulta una pratica indubbiamente conveniente e una valida alternativa ai prezzi sin troppo inclementi di alcuni big come GameStop, cui spesso si ricorre solo per l'acquisto di edizioni limitate in esclusiva.

Al di là della mera convenienza, ritenete però che sia eticamente corretto acquistare da negozi online piuttosto che da punti vendita fisici? Ritenete che ciò sia controproducente per l'industria? Dite la vostra.

Si tratta di una discussione emersa in commento alla news sulla Collector di Ken's Rage 2: La divina scuola di Hokuto per collezionisti - News di GameSource.it: Videogiochi, Soluzioni, Anteprime e molto altro

Per ovvi motivi legati ad un andamento decisamente off topic, riporto qui l'ultimo pensiero espresso in quel thread, di modo che si possa proseguire la discussione da quel punto e nella giusta sede. Grazie.
 

Virgo Van Valentine

The Pizza Boy
Quello che dico è i ragionamenti fatti troppo spesso, quelli riportati anche qui dentro del tipo "su amazon o playcom mi costa 30, al negozietto 50, da gamestop 55" non sono un VERO ragionamento globale su ciò che realmente conviene al giocatore. Perchè TU/NOI non vivi "online", non vivi in un blog, vivi in una casa, una villetta, un appartamento in un luogo vero, su una strada vera in un quartiere reale.
OGGI, grazie a negozi online che di fatto frodano il fisco, ti conviene (sul singolo prezzo del singolo pezzo) comprare online passando per 3 paradisi fiscali e mezzo. Ma stai DAVVERO risparmiando? Stai facendo davvero i tuoi interessi? Ammazzando il commercio fisico locale non solo fai il tuo controinteresse (perchè avrai un posto in MENO dove comprare) ma deleghi tutto il potere ai rivenditori online che, una volta sparita la concorrenza dei negozi reali, saranno liberi di fare di nuovo i prezzi che vogliono. Il rischio concreto è di ritrovarci fra 10 anni a non avere più la scelta di un "videogame shop" locale e fisico, non avere più neppure l'alternativa di un Gamestop (che ditegli quello che vi pare sui prezzi, ma certi giochi e certe edizioni LORO le hanno, altri NO, scusa se poco) e sarai costretto a comprare online anche se poi alzeranno i prezzi.

Altra cosa: ammazzare il negozio fisico favorisce l'omocidio del supporto fisico. Una volta che ti abitui a comprare con un click, il passo a farti scaricare il gioco invece di mandartelo, è "breverrimo". E il digital delivery (rischio anticamera del cloud game) è nel 99% dei casi inquinato da osceni e mafiosi DRM che di fatti ti espropriano del gioco, della libertà di usarlo come, quando e dove vuoi.

Quindi ci andrei cauto sul dire con tanta certezza che comprare da un playcom/amazon qualsiasi a 10-20 euro di meno, sia fare DAVVERO il proprio tornaconto. Per un miope forse può essere così. Ma l'albero in fondo alla strada NON è realmente sfocato solo perchè tu lo vedi così.


COMPRARE è oggi (e forse lo è sempre stato) il più vero, concreto e potente atto di esercizio diretto di sovranità. I voti, le partecipazioni, le manifestazioni sono chiacchiere e distintivo, stringi stringi. Perchè se dici "A" se proclami e voti "A" ma poi nei fatti della vita di tutti i giorni spendi per "B, C, D, E, F..." alla fine quell'A che tanto hai votato e professato, resta su un second life virtuale, mentre di fatto vivi nel resto dell'alfabeto. Comprando indirizzi e modifichi in real time il mondo. Se compri da un paradiso fiscale un paio di scarpe made in china, stai dicendo, stai VOTANDO per chi NON paga le tasse in casa tua, per chi sfrutta il lavoro minorile, sottopagato, non tutelato. Il miope dice "si ma intanto risparmio 100 euro di scarpe" si vero, sul medio lungo periodo (come STA ACCADENDO!!!) però stai portando alla chiusura attività del tuo paese (e alla fine anche alla tua, perchè non vivi su Marte) e quindi al suo impoverimento. Quindi si pagherai meno le scarpe e i giochi ma ti vedrai ridotto (quando non perso) lo stipendio. Il tutto mentre invece inizierà a salire il bene per cui hai votato/comprato fino ad ora, perchè quando i concorrenti muoiono e le richieste di quel prodotto salgono, inevitabilmente crescono anche i prezzi.

Risultato tu avrai meno stipendio, meno alternative fra cui scegliere, tu e il tuo vicino starete peggio, sarete più dipendenti dall'estero e alla fine rischi che tornerai a pagare scarpe e giochi quanto se non più di quanto li pagavi prima dal negozio sotto casa.


Come già detto quindi, non è così facile e automatico dire "sto facendo i miei interessi".
Diecicaratteri.
 

angelface90

Nuovo utente
Io sono d'accordo sul discorso del digital delivery fatto da FAb. Come ho sempre detto se compri in dd ma il drm ti deve autenticare ogni volta tu non hai il gioco, compri aria fritta. ma la gente continua a pensare che comprare 8 giochi contemporaneamente su steam sia la soluzione. Io dico che 8 giochi è difficile avere il tempo di farli, conviene magari prenderne 2 con supporto fisico e poi finirseli. Ma la massa ora deve tuffarsi su Steam e osannare il cloud. Ma d'altronde "In ogni campo sono i singoli, i rarissimi quelli che sanno. La massa è ignorante." S. Kierkegaard. Quando un fenomeno diventa di massa, in senso negativo, allora c'è un profonda ignoranza e cecità alla base IMHO. Anche se, cambiando discorso, il pensiero di Virgo mi sembra più concreto e cinico, mentre quello di Fab, seppur lo condivida, mi pare troppo teorico e utopico, purtroppo.
 

Cyren_Ryu

Ameba Deforme
Favorevolissimo all'acquisto online, sia retail che DD (vedi siti come Intkeys, che ti permettono di comprare al lancio titoli a prezzo stracciato rispetto a Steam stesso, ad esempio). L'unico "svantaggio" lo vedo solo nel caso di console senza il region lock che poi diventano lockate (si 3DS, parlo di te). Comprare online i giochi USA per il 3DS mi permetteva di averli con molto tempo d'anticipo rispetto alla data europea (nel caso uscissero), ma la cosa potrebbegiocare contro in seguito perché vedendo che tra publisher, pubblicità e tutto, il gioco di esportare non ha valso la candela e si rischia di trovarsi con la necessità di comprare due console.
 

bad_hunter

Metroid Hunter
Vista la lunghezza del post provo a rispondere ad ogni singolo punto:

Quello che dico è i ragionamenti fatti troppo spesso, quelli riportati anche qui dentro del tipo "su amazon o playcom mi costa 30, al negozietto 50, da gamestop 55" non sono un VERO ragionamento globale su ciò che realmente conviene al giocatore. Perchè TU/NOI non vivi "online", non vivi in un blog, vivi in una casa, una villetta, un appartamento in un luogo vero, su una strada vera in un quartiere reale.
So bene che vivo in un mondo reale e reali sono anche i miei soldi e la fatica che faccio per guadagnarli, tra l'altro dire una frase simile in un periodo in cui l'e-commerce è usato anche da persone "non fissate" di computer ed internet fa capire che forse qualche pregiudizio ce l'hai.

OGGI, grazie a negozi online che di fatto frodano il fisco, ti conviene (sul singolo prezzo del singolo pezzo) comprare online passando per 3 paradisi fiscali e mezzo. Ma stai DAVVERO risparmiando? Stai facendo davvero i tuoi interessi? Ammazzando il commercio fisico locale non solo fai il tuo controinteresse (perchè avrai un posto in MENO dove comprare) ma deleghi tutto il potere ai rivenditori online che, una volta sparita la concorrenza dei negozi reali, saranno liberi di fare di nuovo i prezzi che vogliono. Il rischio concreto è di ritrovarci fra 10 anni a non avere più la scelta di un "videogame shop" locale e fisico, non avere più neppure l'alternativa di un Gamestop (che ditegli quello che vi pare sui prezzi, ma certi giochi e certe edizioni LORO le hanno, altri NO, scusa se poco) e sarai costretto a comprare online anche se poi alzeranno i prezzi.
Apparte Amazon su cui ci sono delle cause a livello europeo, l'equazione negozio virtuale = evasore fiscale è una cazzata, non credo che ibs, mondadori e tanti altri frodano il fisco (tra l'altro ibs pubblica i suoi bilanci).
Riguardo al resto, tu "ipotizzi" un futuro in cui i negozi digitali monopolizzeranno i mercati creando quello che in economia si chiama "cartello", io so solo che finchè c'erano solo i negozi fisici i prezzi dei giochi erano sempre altissimi e per svariati motivi non potevano farsi più di tanto concorrenza, on line invece la concorrenza è spietata visto che competi anche con negozi a 200km di distanza.

Altra cosa: ammazzare il negozio fisico favorisce l'omocidio del supporto fisico. Una volta che ti abitui a comprare con un click, il passo a farti scaricare il gioco invece di mandartelo, è "breverrimo". E il digital delivery (rischio anticamera del cloud game) è nel 99% dei casi inquinato da osceni e mafiosi DRM che di fatti ti espropriano del gioco, della libertà di usarlo come, quando e dove vuoi.
Credo che tu non immagini nemmeno la marea di vantaggi che il DD ha portato al mondo videoludico, senza di esso molto probabilmente perle indie come Braid e Super meat boy non esisterebbero nemmeno e molte nuove politiche di prezzi possono esistere solo grazie al DD, pensa che addirittura è resuscitato il mercato PC.

Quindi ci andrei cauto sul dire con tanta certezza che comprare da un playcom/amazon qualsiasi a 10-20 euro di meno, sia fare DAVVERO il proprio tornaconto. Per un miope forse può essere così. Ma l'albero in fondo alla strada NON è realmente sfocato solo perchè tu lo vedi così.
COMPRARE è oggi (e forse lo è sempre stato) il più vero, concreto e potente atto di esercizio diretto di sovranità. I voti, le partecipazioni, le manifestazioni sono chiacchiere e distintivo, stringi stringi. Perchè se dici "A" se proclami e voti "A" ma poi nei fatti della vita di tutti i giorni spendi per "B, C, D, E, F..." alla fine quell'A che tanto hai votato e professato, resta su un second life virtuale, mentre di fatto vivi nel resto dell'alfabeto. Comprando indirizzi e modifichi in real time il mondo. Se compri da un paradiso fiscale un paio di scarpe made in china, stai dicendo, stai VOTANDO per chi NON paga le tasse in casa tua, per chi sfrutta il lavoro minorile, sottopagato, non tutelato. Il miope dice "si ma intanto risparmio 100 euro di scarpe" si vero, sul medio lungo periodo (come STA ACCADENDO!!!) però stai portando alla chiusura attività del tuo paese (e alla fine anche alla tua, perchè non vivi su Marte) e quindi al suo impoverimento. Quindi si pagherai meno le scarpe e i giochi ma ti vedrai ridotto (quando non perso) lo stipendio. Il tutto mentre invece inizierà a salire il bene per cui hai votato/comprato fino ad ora, perchè quando i concorrenti muoiono e le richieste di quel prodotto salgono, inevitabilmente crescono anche i prezzi.

Risultato tu avrai meno stipendio, meno alternative fra cui scegliere, tu e il tuo vicino starete peggio, sarete più dipendenti dall'estero e alla fine rischi che tornerai a pagare scarpe e giochi quanto se non più di quanto li pagavi prima dal negozio sotto casa.


Come già detto quindi, non è così facile e automatico dire "sto facendo i miei interessi".
Mah, a parte il discorso del voto che trovo superficiale credo che il punto sia sempre la tua idea del "venditore online = evasore", io molto spesso compro su eprice che è 100% italiano e da lavoro in Italia producendo anche ricchezza, forse se la gente preferisce comprare all'estero (e comprare in Cina non conviene quasi mai vista la distanza e i dazi) e perchè noi italiani come al solito non abbiano letto bene la situazione e siamo saliti sul carrozzone del e-commerce troppo tardi.
 

Virgo Van Valentine

The Pizza Boy
Io credo che di fondo ci sia il fatto che Fab si sia infervorito un po' troppo, forse per un argomento che gli sta molto a cuore, ma nei confronti del quale neanche lui (per sua stessa ammissione) compie alcun atto pratico. Non so se Fab possieda la straordinaria coerenza di non aver mai comrpato nulla da Amazon, ma di certo non è poi questo gran cliente di GameStop. Allora mi chiedo semplicemente che senso abbia accusare gli altri di miopia, quando si producono più parole che fatti. Il tuo ragionamento l'ho capito Fab, non dico nemmeno che sia sbagliato in linea di principio. Però predichi bene e razzoli male :)

Come ti è stato detto, Amazon potrà anche evadere, ma ci sono altri che non lo fanno. Tra l'altro, se si tratta di evadere tasse sanguisughe come quelle italiane, che sono le vere responsabili degli alti prezzi dei vg in questo paese, allora ben venga e tanti complimenti ad Amazon. Non vedo perchè i costanti sperperi di questo paese andrebbero sempre riequilibrati con tassazioni assurde, in un modo o nell'altro sempre a carico della gente normale. Non sono il riccone che sta ammassando milioni a Montecarlo, sono l'uomo comune che sta comprando semplici prodotti di consumo da chi me li fa pagar meno. Il mio senso civico può spingermi a chiedere lo scontrino quando non me lo danno, la ricevuta quando non me la fanno, a pagare le tasse, ma sostenere delle aziende coi miei soldi, quando va contro il mio interesse, no eh...tanto anche il più civico idiota di questa nazione finisce col prendersela in ****. Dato quello che posso permettermi di spendere in vg, se dovessi anche scegliere di andare a pagare di più, ne comprerei molti di meno. Questo sarebbe l'unico risultato. E perchè mai dovrei farlo?

I negozi fisici non chiuderanno, state tranquilli. Se anche chiudessero, ci sarà sempre la concorrenza online tra un rivenditore e l'altro. Considerando che, proprio evadendo le tasse o con cavilli che comunque permettono loro di pagar meno, possono praticare prezzi più bassi...sarebbero dei folli ad alzarli ai livelli dei compianti negozi fisici. Se anche qualcuno lo facesse, per puro masochismo, ci sarebbero tanti altri pronti ad offrirti la convenienza. Al contrario, nel campo dei vg, GameStop è un'istituzione mondiale e non c'è OpenGames o altre catene che tengano. Ecco perchè può fare il bello e il cattivo tempo ed ecco anche perchè si accaparra tutte le esclusive sulle limited.

Non vedo alcuna connessione tra negozi online come Amazon e la fortuna del dd. Alcuna. Il 90% dei prodotti che vendono è di tipo fisico :D Se il dd dilagasse, avrebbero molta roba in meno da vendere ci pensi? Amazon non è Steam e non sono servizi analoghi. Sono cose totalmente diverse.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Level MD

The Secret Darkness
Sbaglierò ma a me il discorso di fab sembra un'esternazione fatta da una persona direttamente interessata per lavoro.

Posso comprendere l'ottica generale sulla globalizzazione, ma acquistare online non significa necessariamente comprare dall'estero ( ad esempio ne ho presa di roba da Ibs ) e quindi se c'è un trend che vede una parte dei giocatori rivolgersi sempre più ai negozi uk è perché i prezzi su siti o negozi nostrani non sempre sono "onesti".

Che poi... si parla tanto di Gamestop come fosse un ambulante, quando è una catena internazionale che vende anche online...bah
 

kaos31

Active Member
Per quanto riguarda un mio parere, beh io mi porterei a letto un qualsiasi dipendente amazon, che sia maschio o femmina. E sono decisamente convinto che dopo gli ultimi 8 mesi avranno una mia foto nei loro uffici che ogni mattina salutano e ringraziano.
Amazon.it evade? Io sinceramente non lo so, dopotutto quando vende in italia ci piazza il nostro fantastico 21%, sempre e comunque, su qualsiasi cosa, e' il prezzo di base che e' sconcertatamente basso. Quindi per piacere finiamola con le menate del nostro povero stato che ci perde per ogni videogioco acquistato online sia in italia che dall'inghilterra.

Ah e sinceramente non credo che il mercato online stia minando seriamente alla stabilita' fiscale del nostro paese, nella mia citta' i gamestop stanno spuntando come i funghi e dentro c'e' sempre una fottutissima folla. Chi pensa al danno economico deve pensare semplicemente ad una cosa: se io non trovassi halo 4 a 40 euro online ma col piffero che scendo e spendo 65 euro in un negozio, e molti farebbero come me. Quindi non e' assolutamente vero che comprando da amazon tolgo preziosi soldi allo stato (e ho gia' detto prima che su qualsiasi cosa c'e' l'iva inclusa), perche' nel 95% dei casi io quel prodotto in negozio non l'avrei mai comprato.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Geminx

Member
Chi pensa al danno economico deve pensare semplicemente ad una cosa: se io non trovassi halo 4 a 40 euro online ma col piffero che scendo e spendo 65 euro in un negozio, e molti farebbero come me. Quindi non e' assolutamente vero che comprando da amazon tolgo preziosi soldi allo stato (e ho gia' detto prima che su qualsiasi cosa c'e' l'iva inclusa), perche' nel 95% dei casi io quel prodotto in negozio non l'avrei mai comprato.
Esatto :sisi:
Ad esempio steam coi suoi prezzi bassi mi da modo di sperimentare generi che di solito non mi piacciono (come gli fps) e che non comprerei mai altrimenti.
 

Level MD

The Secret Darkness
nel 95% dei casi io quel prodotto in negozio non l'avrei mai comprato.
Questo è un punto fondamentale.

Anche quando si aspetta e si compra qualcosa online a poco non lo si fa solo al fine di risparmiare, ma anche perché spendere meno va ad appianare i dubbi e le incertezze verso una produzione, permettendo acquisti che altrimenti si eviterebbero.
A conti fatti non è detto che comprare al ribasso non faccia bene al mercato, si compra molto di più distribuendo denaro su più titoli.
 

bad_hunter

Metroid Hunter
Per quanto riguarda un mio parere, beh io mi porterei a letto un qualsiasi dipendente amazon, che sia maschio o femmina. E sono decisamente convinto che dopo gli ultimi 8 mesi avranno una mia foto nei loro uffici che ogni mattina salutano e ringraziano.
Amazon.it evade? Io sinceramente non lo so, dopotutto quando vende in italia ci piazza il nostro fantastico 21%, sempre e comunque, su qualsiasi cosa, e' il prezzo di base che e' sconcertatamente basso. Quindi per piacere finiamola con le menate del nostro povero stato che ci perde per ogni videogioco acquistato online sia in italia che dall'inghilterra.
Il fantastico 21% è soltanto a carico del consumatore, Amazon è soltanto un sostituto di imposta in quel caso, quello che non paga in Italia sono invece tutte le varie ritenute ed imposte che si maturano una volta che viene depositato il bilancio annuale e visto che l'attività è effettivamente in Italia sarebbe giusto che le paghi in Italia.
Il punto però è che al momento amazon non infrange alcuna legge, è la norma comunitaria che gli permette questi giochetti, ti lascio un bel articolo di Tom's hardware sulla faccenda:

Report inchioda Amazon Italia sull'elusione fiscale - Tom's Hardware
 

kaos31

Active Member
L'articolo e' interessante, ma appunto e' dimostrato che non viene infranta la legge in quanto non c'e' legge che gli impedisca tutto cio', almeno per il momento. E quindi successivamente entra il gioco il discorso: perche' devo pagare 30 euro per un gioco che posso ricevere a casa in via del tutto legale? Soprattutto se la versione piu' costosa non viene comunque acquistata dalla maggior parte delle persone che comprano online sia retail che dd.
 

bad_hunter

Metroid Hunter
L'articolo e' interessante, ma appunto e' dimostrato che non viene infranta la legge in quanto non c'e' legge che gli impedisca tutto cio', almeno per il momento. E quindi successivamente entra il gioco il discorso: perche' devo pagare 30 euro per un gioco che posso ricevere a casa in via del tutto legale? Soprattutto se la versione piu' costosa non viene comunque acquistata dalla maggior parte delle persone che comprano online sia retail che dd.
L'ho postato per chiarire questa faccenda, rimane il fatto che il loro è una sorta di torto morale e che quindi rispetterei la decisione di chi non compra per partito preso da Amazon, certo che poi non si dovrebbe comprare più da molto altre aziende visto che questa cosa la fanno un po' tutti...
 

Virgo Van Valentine

The Pizza Boy
Il fantastico 21% è soltanto a carico del consumatore, Amazon è soltanto un sostituto di imposta in quel caso, quello che non paga in Italia sono invece tutte le varie ritenute ed imposte che si maturano una volta che viene depositato il bilancio annuale e visto che l'attività è effettivamente in Italia sarebbe giusto che le paghi in Italia.
Il punto però è che al momento amazon non infrange alcuna legge, è la norma comunitaria che gli permette questi giochetti, ti lascio un bel articolo di Tom's hardware sulla faccenda:

Report inchioda Amazon Italia sull'elusione fiscale - Tom's Hardware
Un brindisi ad Amazon.

Il vero rispetto non è a chi evade tasse ingiuste che dovrei sottrarlo. Al paese lo posso sottrarre, certo, e l'ho già fatto. La morale? Possono anche infrangere la legge per quanto mi riguarda. Nel paese in cui la legge viene infranta da chi la fa e la dovrebbe tutelare, non me ne frega un accidenti. Finchè non divento un criminale, la legge è solo un lusso che non mi posso permettere. Ci pensasse chi è al potere a far quadrare i bilanci, se mai si volesse risollevare l'economia di questo paese.
 
Top