Cosa state leggendo?

Omega

Dormo sulla collina
4 Luglio 2008
3.794
11
36
30
Milano
no dai, uno, nessuno, centomila di Pirandello è carino...per il fu mattia mascal io ce l'ho a prendere polvere insieme agli altri libri (visto che la prof mi ha obbligato a leggerlo alle superiori ma ho letto solo un riassunto del libro, perchè all'epoca mi veniva difficile leggere l'italiano di quel periodo)...

Complimenti.
comunque un libro che mi è piaciuto tantissimo è stato le parole che non ti ho detto di Nicholas Sparks...
Complimenti.

vorrei leggere anche i passi dell'amore (sempre di sparks) di cui ho visto il film...
Complimenti.
 

artemide86

...lunatica...
19 Novembre 2006
1.822
0
35
34
Pessima lettura! (Non quanto Dan Brown ma comunque evitabile)
(Scusa Artemide :p)

Non mi offendo perchè ci sono vari libri in cui King è davvero insopportabile. L'acchiappasogni per esempio l'ho sempre trovato atroce da leggere, noioso, trito e ritrito.
Ma se parliamo del King versione IT o versione Torre Nera non ti perdono u.u
 

artemide86

...lunatica...
19 Novembre 2006
1.822
0
35
34
Sto leggendo "Il Vangelo dei Vampiri" di James Vanore.
Carino ma decisamente scontato (almeno fino al punto in cui arrivata)
 

Andryvox

Member
11 Novembre 2008
101
0
6
31
www.myspace.com
scusate ragazzi non so se è la sezione giusta...ma sapete dove posso trovare il libro innamoramento e amore di francesco alberoni? in ita....perchè non lo trovo sul web ...c'è solo in inglese qualcuno che me lo può passare....
 
12 Marzo 2006
1.309
0
35
26
uscua.splinder.com
Ma nei periodi di Natale si legge di più? xD Io, grazie a mia zia, sono carico a libri fino all'anno prossimo, però non appena vedo uno sconto del 30% su un libro, mi ci fiondo sopra, anche se so che quel libro si impolvererà per mesi e mesi xD
Ora sto leggendo "Veronika decide di morire" di Paulo Coelho. Il libro mi attirava molto, ma adesso lo sto trovando abbastanza noioso. Coelho mi sembra (è il suo primo libro che leggo) che in questo libro voglia principalmente inserire una morale in tutto il romanzo, tralasciando i personaggi. Tra l'altro in totale sono solo 5: Veronika, Eduard (questo ragazzo è deprimente..), il dottor Igor, Zedka e Mari. Queste ultime, almeno secondo me, sono l'una la fotocopia dell'altra. Hanno un passato abbastanza banale e tutte e due vanno a sparare la prima frase che passa loro per la testa a Veronika, e questa, ingenuamente, pensa che tutto sia giusto xD Insomma, per adesso (mi mancano 30 pagine per finirlo) mi sembra abbastanza noioso, anche se penso che un finale mi potrebbe stupire, nonostante non valga tutto un libro. Forse Coelho vuole troppo spiegare delle cose e io non mi ci trovo. Credo che sarebbe meglio se lo rilegessi quando sarò più grande. Certe parti le ho trovate complicate da capire appieno.

P. S. Se soffrite di depressione evitate assolutamente questo libro!! Quando lo leggo mi mette una tristezza che mi spinge a chiedermi "Perché continuo a vivere? Ha uno scopo questa vita?" e trovo in tutte le cose che esistono delle note drammatiche. E' deprimente, potrebbe portare al suicidio!!
 

Zanna

Mamoru Takamura
17 Agosto 2005
773
0
10
39
Ma nei periodi di Natale si legge di più? xD Io, grazie a mia zia, sono carico a libri fino all'anno prossimo, però non appena vedo uno sconto del 30% su un libro, mi ci fiondo sopra, anche se so che quel libro si impolvererà per mesi e mesi xD
Ora sto leggendo "Veronika decide di morire" di Paulo Coelho. Il libro mi attirava molto, ma adesso lo sto trovando abbastanza noioso. Coelho mi sembra (è il suo primo libro che leggo) che in questo libro voglia principalmente inserire una morale in tutto il romanzo, tralasciando i personaggi. Tra l'altro in totale sono solo 5: Veronika, Eduard (questo ragazzo è deprimente..), il dottor Igor, Zedka e Mari. Queste ultime, almeno secondo me, sono l'una la fotocopia dell'altra. Hanno un passato abbastanza banale e tutte e due vanno a sparare la prima frase che passa loro per la testa a Veronika, e questa, ingenuamente, pensa che tutto sia giusto xD Insomma, per adesso (mi mancano 30 pagine per finirlo) mi sembra abbastanza noioso, anche se penso che un finale mi potrebbe stupire, nonostante non valga tutto un libro. Forse Coelho vuole troppo spiegare delle cose e io non mi ci trovo. Credo che sarebbe meglio se lo rilegessi quando sarò più grande. Certe parti le ho trovate complicate da capire appieno.

P. S. Se soffrite di depressione evitate assolutamente questo libro!! Quando lo leggo mi mette una tristezza che mi spinge a chiedermi "Perché continuo a vivere? Ha uno scopo questa vita?" e trovo in tutte le cose che esistono delle note drammatiche. E' deprimente, potrebbe portare al suicidio!!

Coelho è lo scrittore sudamericano più sopravvalutato in assoluto, nessuno come lui sa mettere assieme perle di banalità e spacciarle per verità illuminanti. Ho avuto la sfortuna di leggere qualche pagina del suo "manuale del guerriero della luce" e se in un primo momento avevo un briciolo di curiosità, ben presto ho cominciato a provare avversione per questo figuro che ha anche l'ardire di farsi chiamare "maestro".
Da evitare come la peste, specie perchè la tradizione sudamericana ha molto da offrire.
Tra gli autori che invece ho letto e altri che sto cominciando ad aprofondire suggerisco Gabriel Garcia Marquez, Jorge Luis Borges, Julio Cortázar, Carlos Fuentes, che con il "santone" Coelho non hanno nulla da spartire (grazie al cielo :rolleyes: ).
 

Filos85

Member
28 Marzo 2007
403
0
6
35
In questo momento sto leggendo "I sentieri dei nidi di ragno" di Calvino ed ho da poco terminato le letture di "La morte a Venezia" e "Tonio Kroger" di Thomas Mann.
Il prossimo pensò sarà "Enrico IV" di Pirandello, anche se m'intriga "1984" di Orwell.
 
12 Marzo 2006
1.309
0
35
26
uscua.splinder.com
Coelho è lo scrittore sudamericano più sopravvalutato in assoluto, nessuno come lui sa mettere assieme perle di banalità e spacciarle per verità illuminanti. Ho avuto la sfortuna di leggere qualche pagina del suo "manuale del guerriero della luce" e se in un primo momento avevo un briciolo di curiosità, ben presto ho cominciato a provare avversione per questo figuro che ha anche l'ardire di farsi chiamare "maestro".
Da evitare come la peste, specie perchè la tradizione sudamericana ha molto da offrire.
Tra gli autori che invece ho letto e altri che sto cominciando ad aprofondire suggerisco Gabriel Garcia Marquez, Jorge Luis Borges, Julio Cortázar, Carlos Fuentes, che con il "santone" Coelho non hanno nulla da spartire (grazie al cielo :rolleyes: ).

Ed io che pensavo di aver esagerato a giudicarlo xD Ah, poi ieri ho finito Veronika decide di morire, ed il mio parere è rimasto invariato: è un libro orrendo. Fortuna che me lo sono fatto regalare e non l'ho pagato io, perché non ne valeva la pena.
Comunque adesso sto leggendo Candido di Voltaire, perché quella di italiano ci ha obbligati. Sono a pagina 50 circa e non ho capito molto. Ogni tanto compaiono personaggi dal nulla xD Mi sa che dovrei mettere maggiore attenzione nella lettura.
 

Dokuro-chan

Nuovo utente
14 Gennaio 2008
63
0
3
29
Io sto leggendo It di Stephen King e dovrei inziarmi Paragon Hotel di tale David Morrel. Mia zia vorrebbe regalarmi Twilight, visto che sono appassionata di storie di vampiri, ma non me l'ha consigliato quasi nessuno... chi lo ha letto può dirmi a grandi linee com'è? E' all'incirca come il libro (non ricordo come si chiama ora) che ha ispirato il film "La regina del dannati"?
 

Jed

k-d-f-werewolf
Staff Forum
3 Luglio 2008
5.770
24
42
36
www.gamesource.it
Finito After Dark, ho appena iniziato un nuovo libro di murakami: L' uccello che girava le viti del mondo:

copj13.asp


Il protagonista è un giovane giapponese che ha appena lasciato volontariamente il lavoro in uno studio di avvocati. È felicemente sposato con una donna in carriera. Tutto ha inizio da due episodi insignificanti: il gatto di casa scompare e l'uomo riceve la telefonata anonima di una donna che con voce sensuale gli chiede un incontro. A partire da quel momento la sua vita, fino ad allora normalissima, inizia a subire una strana trasformazione. Intorno a lui compaiono personaggi sempre più strani, e la realtà - il reale - inizia a degradarsi in qualcosa di fantasmagorico.

Mi bastano cento pagine per capire che anche stavolta Murakami non delude. A quando il premio Nobel per la letteratura?
 

artemide86

...lunatica...
19 Novembre 2006
1.822
0
35
34
Finito "Il destino di Adhara", mi sto rileggendo "Il giardino d'estate" di Paullina Simos. Non all'altezza dei primi due volumi, ma comunque gradevole. Certo, se l'editore italiano non avesse deciso di censurare 70 pagine sarebbe stato pure meglio :/