FF VIII Oggettivamente parlando, Final Fantasy 8 è un capolavoro?

Sephirously35

The Slayer of God
a voi, fatevi quattro risate con il sondaggio del giorno di gamefaqs :D

http://www.gamefaqs.com/poll/index.html?poll=3464
Perché dovevi proprio farlo notare... :( Va beh che lo sapevo comunque, però...

Jeegsephirot ha detto:
ce ancora qualcuno che dopo tutti questi anni da ancora credito ai sondaggi di gamefaqs?
Dato che questa é la prima serie di sondaggi che vedo, me ne ricorderò per il futuro.

P.S.: va beh, anche FFT é stato battuto dai pokémon. Consoliamoci sperando che fra FF IX e Zelda: Ocarina of Time, FF VIII ne prenda parecchie. XD
 

balthier88

lo zio ferra
già infatti abbiamo visto quanto ha venduto il FF n° 12...diamine mai visto un sondaggio più ridicolo, per fortuna che OoT darà ***** a tutti!
 

artenight

Got it memorized?
Final Fantasy Tactics battuto dai Pokemon.
E Xenogears battuto da FF8 e da Starcraft.
Sono l'unico che reputa i Pokemon banali e ripetitivi? ._.
E non hanno messo nella lista nessun titolo Level-5 ._.
Il peggio è vedere un Suikoden battuto da un Super Mario Kart.
Non mi pronuncio sull'ottica di alcuni nintendomani .____.
 

Cid89

Professional Burper
Final Fantasy Tactics battuto dai Pokemon.
E Xenogears battuto da FF8 e da Starcraft.
Sono l'unico che reputa i Pokemon banali e ripetitivi? ._.
E non hanno messo nella lista nessun titolo Level-5 ._.
Il peggio è vedere un Suikoden battuto da un Super Mario Kart.
Non mi pronuncio sull'ottica di alcuni nintendomani .____.
Non c'entra niente, ma che c'è di male nel vedere Super Mario Kart sopra Suikoden?
Per me è una cosa ovvia.
Anche se è come confrontare pesto e cioccolata, cos'è più buono? Boh :O (son genovese, eh)
 

Cyren_Ryu

Ameba Deforme
Devo forse ricordare che Pokémon è IL brand spillasoldi per eccellenza? E che è comunque un gioco ottimo sotto diversi punti di vista? Senza contare che essendo più acessibile alle masse è ovvio che piaccia di più. Io non mi stupisco più di queste cose oramai.
 

Mobius

Ulisse
Per oscuri motivi, l'altra discussione è stata chiusa. Oscuri fino a un certo punto, siamo intesi, perché era diventata Spamland.

Ora mi trovo costretto a postare qui, anche se i presupposti non ci sono. Questa è una discussione che segue i canoni dei metodi di giudizio dei GdR e pertanto diversa dall'altra. Ma, siccome alla fine ci postano le stesse persone, vale la pena di fare qualche tentativo.

Ho letto commenti sulla "fatica" che qualcuno ha ad immaginare perché FFVIII, al contrario di altri episodi della saga, piace agli estranei al genere. E' vero che questa community è formata da amateur di GdR, ma non mi sembra che per questo motivo nessuno è capace di capire il perché di alcune cose così ovvie.

Inizio parlando del fattore "fantasia": quello che agli occhi di molti sembrano chiari difetti in termini di caratterizzazione, diventano dei veri e propri punti di forza. In genere il videogioco ci dà tutto e il nostro cervello ci lavora poco... ma con FFVIII, molto spesso e volentieri, si lavora anche di fantasia. Le cose sottintese, ma anche e soprattutto quelle accennate, lasciano al giocatore il compito di riempire e arricchire la trama. Mi viene difficile da credere che nessuno abbia mai fantasticato su alcune cose lette sulle riviste dell'Occulto, sulla questione di Timber, su Esthar, sulla Lunatic Pandora, su alcuni aspetti della Galbadia "corrotta" e così via. In altri titoli della saga tali riferimenti non ci sono: o le cose vengono presentate per filo e per segno, o i semplici riferimenti alla "vita di ogni giorno" (o, comunque, agli aspetti del mondo esplorato che non hanno importanza inerente alla trama). In grandi titoli come FFVII e FFIX non ci sono riviste, non ci sono questi fatti che fanno fantasticare il videogiocatore... come mai? Il fattore fantasia non è forse un buon punto di forza? Se poi insistete col canone che voi stessi avete creato e che, purtroppo, non è condiviso da tutto il mondo dei fan dei GdR... beh, è un'altra questione.

Tempo addietro ho sentito di alcune critiche a FFVIII che riguardavano la mancanza di missioni secondarie... ma che roba è questa? Quasi tutti i GF sono opzionali, e molti di loro vengono ottenuti grazie a missioni secondarie! Poi ci sono le carte, i chocobo, parecchie cose inerenti al Garden di Balamb, gli Shumi, il lago ti Timber (Timberlake? lol)... insomma, io di questa mancanza di missioni secondarie non ne vedo neanche l'ombra...

Ho notato anche un diverso sistema di misura "interno" al mondo dei GdR-isti: conosco un quasi-adulto che ai GdR ci ha giocato per tutta una vita e che in FFVIII ha trovato punti di forza e difetti che nessuno qui ha mai menzionato (per quanto ne so io) - tra i difetti, per esempio, ha citato la poca varietà dei personaggi rispettoai grandi titoli di successo. Io ho risposto dicendo che avere personaggi molto umani rende FFVIII ancora più originale, ma per lui questa scusa non teneva. A proposito di originalità, questo è un altro fattore che nessuno qui sta discutendo... fattore che, invece, viene considerato moltissimo da quel mio amico e anche dagli esperti che lavorano per creare riviste dedicate al mondo dei videogiochi.

Per quanto ne so io, nessuno qui ha mai citato il fattore originalità. A questo punto, mi viene da pensare a) che forse qui non ci sono dei veri esperti o che, cosa ancor più probabile, b) a furia di leggere commenti il punto di vista di alcuni è diventato il punto di vista di tutti, oltre che il punto di vista più "obbiettivo" e giusto anche quando si parla di GdR e di GdR soltanto. A me sembra strano che ci siano simili disparità tra persone che, in fondo, hanno lo stesso bagaglio di conoscenze per quanto riguarda il mondo dei GdR (anche se devo ammettere che quel mio amico e i recensori che lavorano per le riviste conoscono i GdR molto meglio del membro di FFO medio-alto).

L'originalità non conta? L'originalità non è obbiettiva? Non si arriverebbe mai ad un accordo se si citasse il fattore originalità? E questo chi lo dice? L'originalità c'è, ed è un fattore che va analizzato. E' fin troppo facile limitarsi alla caratterizzazione & Co. - può essere dettagliata, ma può anche essere scontata e povera in termini di originalità. Quel mio amico, sempre se non erro, ha visto in Gidan una copia di Goku. Io condivido pienamente quell'opinione, e non mi baso solo sulla coda di Gidan... anche la sua storia e il modo in cui è stata sviluppata ricorda Dragon Ball. Ciononostante, Gidan è uno dei personaggi meglio considerati per via della sua ottima caratterizzazione (che è impeccabile sotto molti punti di vista, ma cede molto terreno per la questione menzionata un attimo fa). Se vogliamo essere freddi nel giudicare siamo liberi di farlo... ma se vogliamo trovare spiegazioni al perché una cosa piace o no dobbiamo andare ben oltre. Verificare se un titolo è originale o no non è semplice, dato che serve un certo bagaglio di conoscenze. Certe volte, quando si tratta di cose simili (ho notato diversi punti in comune tra Laguna Loire e Che Guevara, potrei addirittura creare una discussione in merito)... o meglio, di semplici riferimenti... beh, in quel caso può andare bene. Quando si tratta di quello che sembra un plagio in piena regola si deve essere inflessibili, specie se il discorso è basato sulla presunta obbiettività.


P.S.
Un invito un po' OT a tutti è di non abusare... anzi, di non usare più... la parola "obbiettivo" e tutte le sue derivazioni. Si evince pienamente da questa e da altre discussioni che "obbiettivo" significa, al massimo, "obbiettivo secondo il nostro punto di vista". Oggi ho notato un abuso della parola nella discussione su Battlestar Galactica e quindi inviterei tutti quanti a ricorrere a metodi diversi per far passare l'opinione di un gruppo di persone come obbiettiva. Vi ricordo che si sta analizzando FFVIII come videogioco e non solo come GdR... che senso ha insistere sui soliti parametri scontati che ormai stanno scocciando praticamente tutti?

P.P.S.
Ribadisco: basta con questi abusi!
 

Xabaras89

See through Dreams
OT: mobius, gentilmente, POTRESTI tu per primo non abusare della parola gdr? Capisco che per molti forse non c'è differenza se non una "j" messa tanto per, ma tra un gioco di ruolo inteso "all'occidentale" e alla giapponese (e i rispettivi fan) passa tutta la differenza del mondo

Mobius ha detto:
Inizio parlando del fattore "fantasia": quello che agli occhi di molti sembrano chiari difetti in termini di caratterizzazione, diventano dei veri e propri punti di forza. In genere il videogioco ci dà tutto e il nostro cervello ci lavora poco... ma con FFVIII, molto spesso e volentieri, si lavora anche di fantasia. Le cose sottintese, ma anche e soprattutto quelle accennate, lasciano al giocatore il compito di riempire e arricchire la trama. Mi viene difficile da credere che nessuno abbia mai fantasticato su alcune cose lette sulle riviste dell'Occulto, sulla questione di Timber, su Esthar, sulla Lunatic Pandora, su alcuni aspetti della Galbadia "corrotta" e così via. In altri titoli della saga tali riferimenti non ci sono: o le cose vengono presentate per filo e per segno, o i semplici riferimenti alla "vita di ogni giorno" (o, comunque, agli aspetti del mondo esplorato che non hanno importanza inerente alla trama). In grandi titoli come FFVII e FFIX non ci sono riviste, non ci sono questi fatti che fanno fantasticare il videogiocatore... come mai? Il fattore fantasia non è forse un buon punto di forza? Se poi insistete col canone che voi stessi avete creato e che, purtroppo, non è condiviso da tutto il mondo dei fan dei GdR... beh, è un'altra questione.
non la metterei nella questione fantasia, ma sono sostanzialmente d'accordo, mi è molto piaciuto come in FFVIII si è curato il tipo di background del mondo, tenendo anche in grande considerazione canoni più occidentali nel rispondere a certe "domande", per così dire, o comunque un timido tentativo di dare una spiegazione ai vari avvenimenti/fattori incredibili legata alla storia del mondo

Per la questione "originalità", seppur da estimatore di FFVIII, sinceramente, mi viene un pò da sorridere.....FFVIII ha colpi di scena e punti di forza, ma entra perfettamente nei canoni del classico JPOP, come più o meno quasi tutti i FF salvo eccezioni (o eccezione, io direi che a parte FFVI siam sempre li in questo fattore), insomma, vedo ben poco di originale in un titolo simile, c'è molta retorica e tratti caratteriali stereotipati come è sacrosanto che sia per un gioco dallo stile simile.
 

Mobius

Ulisse
Io protesto per l'ab-uso della parola "obbiettivo", che c'entra la parola GdR?!?

Di stereotipi ce ne sono anche negli altri titoli... strano, però, che l'accanimento sia rivolto solo a FFVIII...
 

Cid89

Professional Burper
Xabaras non ti stava criticando per quanto hai detto riguardo l'uso della parola obiettivo.
Ora, posto che Xab non voleva assolutamente commentare NULLA riguardo alla faccenda obiettività/oggettività/blablablà (non ti ha dato né ragione, né torto), ha posto l'accento su un'altra questione:

FF8 NON E' UN GDR o RPG, MA UN JRPG.
La J è di importanza fondamentale, perché non serve solo a ad indicare il luogo di produzione del gioco (J=Japan=Giappone), ma anche e soprattutto un genere differente.
 
Top