FF IX Perchè non piace quasi a nessuno Final FantasyIX?!?

Selphie89

Apprendista Summoner
Dipende dal modo in cui ne parli...
Sinceramente,non credo sia banale il modo in cui vengono trattate le diverse tematiche all'interno di FFIX. Premettendo che stiamo parlando pur sempre di un videogioco e non di un trattato di filosofia,penso che gli argomenti affrontati siano stati resi al meglio. FFIX è bello proprio perchè non ha una trama nè banale,nè scontata,nè piatta.

Il fatto che non piaccia alla stragrande maggioranza è dovuto principalmente al character design,che molti hanno considerato come un passo indietro,quando invece si tratta di una semplicissima scelta di stile.
 
Secondo me è poco apprezzato sostanzialmente perchè per essere goduto appieno bisogna essere infantili e spensierati. Una persona adulta che ha raggiunto una certa maturità tramite esperienze di vita anche dure, credo che il gioco lo schiferà e non poco, se non è in grado di ritrovare la "parte puerile" che è nascosto in profondità dentro di lui e farla venire a contatto con la natura complessivamente allegra di questo FF.
 

Crazyhorse1993

Active Member
Secondo me è poco apprezzato sostanzialmente perchè per essere goduto appieno bisogna essere infantili e spensierati. Una persona adulta che ha raggiunto una certa maturità tramite esperienze di vita anche dure, credo che il gioco lo schiferà e non poco, se non è in grado di ritrovare la "parte puerile" che è nascosto in profondità dentro di lui e farla venire a contatto con la natura complessivamente allegra di questo FF.
Ma lol, è tutto il contrario, per riuscire ad apprezzare appieno tutte le sfumature del gioco, si necessita di una certa maturità e di un buon livello di cultura :D
 

Cespuglia2008

-+*Tokage the lynx*+-
Non sono proprio d'accordo sul fatto che la storia sia raccontata in modo infantile. FFIX non è un gioco allegro,certo,ci sono i momenti divertenti ma ce ne sono anche di tragici e tristi. il bello di questo capitolo è appunto quello di raccontare storie sia tristi che felici,con una morale di fondo e una lezione da imparare. Un esempio più che lampante è Vivi,che pur essendo piccolo inizia a porsi delle domande sulla morte,che approfondirà sempre di più con l'andare avanti delle vicende. Ogni personaggio è molto ben caratterizzato con storie diverse,che con lo scorrere della storia matura (A mio parere uno dei personaggi più "cambiati" risulta Steiner). Mi dispiace che non venga considerato molto come gioco perchè vale veramente tanto secondo me(molto più di altri titoli di cui non dico il nome per non andare OT).
 

Lord_Frostmoore

Nuovo utente
Non sono proprio d'accordo sul fatto che la storia sia raccontata in modo infantile. FFIX non è un gioco allegro,certo,ci sono i momenti divertenti ma ce ne sono anche di tragici e tristi. il bello di questo capitolo è appunto quello di raccontare storie sia tristi che felici,con una morale di fondo e una lezione da imparare. Un esempio più che lampante è Vivi,che pur essendo piccolo inizia a porsi delle domande sulla morte,che approfondirà sempre di più con l'andare avanti delle vicende. Ogni personaggio è molto ben caratterizzato con storie diverse,che con lo scorrere della storia matura (A mio parere uno dei personaggi più "cambiati" risulta Steiner). Mi dispiace che non venga considerato molto come gioco perchè vale veramente tanto secondo me(molto più di altri titoli di cui non dico il nome per non andare OT).
Ti quoto appieno. FFIX è il mio preferito, il sistema di gioco è gradevole e non stanca mai, nonostante tenda a rimanere alle origini, non è nè troppo complicato, come l' 8, nè semplicistico come quello del 7 (IMHO). La storia è molto bella, e il character design simpatico, il filmato finale vale tutto il gioco e Kuja è il cattivo (secondo me) meglio riuscito dopo Sephiroth. I personaggi sono molto approfonditi, specie nel loro carattere.
Unica pecca è la mancanza di sfida a livelli alti, già attorno al 60 il gioco diventa di una facilità disarmante...
Xò figo uguale XD
 

Tribal

Member
Per rispondere a quelli che mi hanno quotato.

So benissimo che si affrontano temi profondi, ma è il modo in cui vengono affrontati che lo rende allegro e a tratti infantile. MA questa non è assolutamente una critica,è solo la descrizione di un fatto. Ribadisco che si tratta del mio FF preferito, e non cambierei niente, non sto dicendo che lo volevo più maturo. D'altronde anche una fiaba per bambini ha spesso una morale importante da raccontare.
 

greenja91

Member
Ci sono già alcuni threads su questo argomento.
A molti FF IX non è piaciuto per via del design dei personaggi in stile deformed dicendo che è un gioco infantile (come se il design dei PG fosse la cosa più importante), sbagliando perchè FF IX è un grande gioco.
decisamente daccordo mi è piaciuto molto FF9
 

Kujaxx90

Nuovo utente
Salve a tutti...premetto che final fantasy IX è stato uno dei giochi che è caratterizzato la mia infanzia...e infatti da poco sono ritornato a giocarci! Molti dicono che è un gioco "bambinesco", "infantile"...e molti l'hanno criticato sulla grafica, certo non sarà delle migliori considerando che è uscito più o meno 11 anni fa... Ma come trama, è un gioco davvero bello e sfizioso!
Comunque...a parte tutto xD, dato che sono al 2° CD volevo sapere da qualcuno un po più esperto a riguardo (dato che non gioco da 8-9 anni) se nel Menu Abilità una volta apprese, per attivarle fosse necessario sempre tenere il pallino celeste sopra oppure si può togliere per mettere i pallini su altre abilità che ancora si devono apprendere....

Grazie in Anticipo =):ffx04:
 

Enigma

Hyuga Clan's Heir
stai parlando delle abilità passive? se sono quelle, per attivarle è necessario usare le pietre magiche di ogni personaggio, anche dopo averle apprese
 
A mio modo di vedere è il migliore al quale abbia giocato:

Personaggi
Le tematiche trattate sono tante e varie (ma non ne parlo altrimenti facciamo notte) e si intrecciano in continuazione fino al lungo finale che scioglie quasi (e dico quasi perchè ancora oggi qualcosina mi sfugge) tutti i nodi. Non c'è un personaggio fuori posto: di sicuro alcuni hanno una maggiore rilevanza che non altri (e in quale film/romanzo/fumetto/gioco non capita?), ma non vedo un grosso squilibrio a favore del protagonista e della deuteragonista. Ognuno di essi è riuscito benissimo, sia prendendo in esame le sue peculiari caratteristiche, sia le relazioni biunivoche che sorgono a coppie tra i diversi personaggi (es. Gidan/Daga, Vivi/Steiner, Eiko/Daga, Gidan/Amarant e così via). Probabilmente l'unica cosa che avrei aggiunto è un'apparizione in più di Flatrey per approfondire la sottotrama con Freija. Di sicuro comunque si potrebbe obiettare che tra gli otto personaggi principali ve n'è uno che non è propriamente inserito a fondo nella storia, ossia Quina. E in effetti stiamo parlando di un'obesa maga blu mangia-rane che segue il cast solo per mangiare o conoscere qualcosa di più sull'arte culinaria. Ed è forse l'unico personaggio a relazionarsi esclusivamente con Gidan, senza creare altre di quelle relazioni biunivoche cui accennavo prima. Per me Quina ha una relazione particolare con tutta la trama: essa ne è l'elemento dissacrante, una sorta di Groucho Marx spostato da Dylan Dog in FFIX. Non importa quanto grande sia il pericolo, o quanto forte il nemico da affrontare, Quina passa sopra ogni problema con massime di tradizione popolare (e culinaria) che nulla hanno da invidiare alle citazioni latine di Steiner.

Ambientazione
Personalmente preferisco le ambientazioni fantasy di FFIX (più in stile classico, riferendomi ovviamente ai videogiochi di ruolo) ai mondi steam-punk, futuristici e post-apocalittici dei tre capitoli che hanno preceduto questo gioco. Borghi, castelli, foreste, grotte, villaggi, un accenno di tecnologia (idrovolanti, treni e poco altro): nulla a che vedere con Midgar o Esthar City (per non parlare di Deling City, una città che potrebbe benissimo trovarsi nel nostro mondo). Il ritorno a una grafica più fantasiosa (qui mi riferisco ai personaggi) non credo disturbi più di tanto il prodotto finale: è una semplice scelta di stile, diversa da quella fatta per FFVIII. Certo, se la scelta fosse stata come quella di FFVII, con i personaggi che cambiavano fattezze fisiche passando in battaglia, si sarebbe fatto un deciso passo indietro.

Battaglie
Un'altra cosa che ho apprezzato tantissimo è la diversificazione tra i personaggi: in FFIX abbiamo due ladri, due maghe bianche, un mago nero, una maga blu, un cavaliere e una draghiera. Tutti e otto hanno caratteristiche differenti, sia come tecniche (anche i due ladri sono diversi tra di loro, e le due maghe bianche hanno invocazioni diverse e non tutte le magie in comune) che come parametri. Diverse abilità "passive" sono identiche, ma alcune sono esclusive. Niente a che vedere con altri capitoli della saga: in FFVII e in FFVIII tutti i personaggi possono fare tutto e, a parte qualche leggera differenza parametrica, le uniche cose che li differenziano in battaglia sono le tecniche speciali. In FFX le differenze parametriche scompaiono con la sferografia, in FFXII a scomparire sono le tecniche speciali, nel senso che, pur avendo effetti scenici diversi, hanno tutte la medesima potenza.

Difficoltà
Il gioco non si può certo definire difficile. Il sistema di sviluppo è elementare (crescere di livello e imparare/assegnare le abilità) e i nemici non sono questa gran cosa (d'altro canto il boss più forte è un pallone gigante). Forse è per questo che hanno inserito la corsa contro il tempo per la Excalibur II, per dare un diverso livello di difficoltà. In ogni caso io in genere più che sulla difficoltà mi concentro sulla longevità: completare FFIX con tutte le missioni secondarie e compagnia cantando richiede un certo tempo e un certo impegno (dannato salto con la corda!)

Chicca
Ho gradito tantissimo gli ETR (eventi in tempo reale), un utilissimo strumento che aggiunge tante cose a livello di trama e che è affidato completamente al giocatore.

Vorrei dire qualcosa anche su Kuja, Garland, il Tetra Master, ecc. ma mi sa che ho già esagerato
 

squall&bashthebest

let's rock baby
Un'altra cosa che ho apprezzato tantissimo è la diversificazione tra i personaggi: in FFIX abbiamo due ladri, due maghe bianche, un mago nero, una maga blu, un cavaliere e una draghiera.
no, no. aspetta un secondo. se ricordo bene i personaggi sono e si distinguono in queste classi:

Gidan -> ladro
Daga -> maga bianca/invocatrice
steiner -> cavaliere
vivi mago -> nero
freija -> draghiera
quina -> maga blu
eiko -> maga bianca/invocatrice
amarant -> monaco

dove sta il secondo ladro:confused:
 

Uno dei tanti

Radical Dreamers
Amarant non ha proprio l' aspetto di un monaco asd


..comunque trovo ancora oggi impossibile prendere l' excailbur II.. ora mi vedo qualche video su yt, sono curioso.. ***** 5 ore ma come si fa o_O
 

Crazyhorse1993

Active Member
Amarant non ha proprio l' aspetto di un monaco asd


..comunque trovo ancora oggi impossibile prendere l' excailbur II.. ora mi vedo qualche video su yt, sono curioso.. ***** 5 ore ma come si fa o_O
infatti son 12 ore, non 5 lol :D

EDIT: E comunque per monaco si intendono i pg che combattono a mani nude (o comunque con accessori legati alle mani tipo artigli)
 

Enigma

Hyuga Clan's Heir
amarant è un monk/ninja (ricordatevi che lancia anche oggetti), ma solo se vogliamo esaminare il suo ruolo nelle battaglie, nella storia è un normale bounty hunter
 
Top